Contagi alla Pilkington: "In atto il protocollo di sicurezza del Ministero e della Asl"

“Manteniamo la calma, e siamo prudenti ma sentiamoci protetti da una rete di controlli e di vigilanza che ci permette di non interrompere le nostre normali attività quotidiane”

Attualità
martedì 15 settembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Pilkington
Pilkington © Web

SAN SALVO. “Circa i contagi all'interno del nostro maggiore stabilimento industriale (Leggi), siamo preoccupati per la salute dei contagiati e delle loro famiglie a cui auguriamo una pronta guarigione. Tuttavia mi sento di rassicurare i miei cittadini e tutti quanti sono entrati in contatto con i dipendenti Pilkington. Ho sentito personalmente il presidente della Pilkington, dott. Graziano Marcovecchio e il direttore generale della nostra Asl, dott. Thomas Schael”.

A dichiararlo il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca dopo aver appreso che ci sarebbero alcuni contagiati tra il personale dello stabilimento di Piana Sant’Angelo.

Il sindaco Magnacca evidenzia: “La Pilkington Italia, quale grande azienda che fa della sicurezza un baluardo imprescindibile delle politiche aziendali, ha messo in atto integralmente il protocollo di sicurezza approvato dal Ministero e la nostra Asl e non solo ha provveduto alla verifica delle procedure ma, seguendo le linee guida di prevenzione, ha proceduto ad individuare i contagi e i "contatti" con gli stessi. Sono stati infatti sottoposti a verifiche e a tamponi anche degli operatori esterni alla compagine societaria ma che lavorano all'interno dello stabilimento”.

Il sindaco di San Salvo ribadisce come ci sia “molta attenzione sulla situazione e grande scrupolo nel seguire la vicenda da parte di tutti coloro che hanno la responsabilità di tutelare la salute dei lavoratori e dei cittadini. Questo, purtroppo, non ci esime dal continuare a seguire le più elementari regole di prevenzione: distanziamento, mascherina e igiene frequente delle mani”.

“Manteniamo la calma, e siamo prudenti ma sentiamoci protetti da una rete di controlli e di vigilanza che ci permette di non interrompere le nostre normali attività quotidiane” conclude il sindaco Magnacca.