Intitolato largo Manganelli: "Uomo di grande intelligenza, uno straordinario servitore dello Stato"

La moglie: "Una giornata splendida, il suo ricordo è ancora vivo a distanza di anni"

Attualità
martedì 29 settembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Intitolato largo Manganelli:
Intitolato largo Manganelli: "Uomo di grande intelligenza, uno straordinario servitore dello Stato" © Vastoweb

VASTO. Si è tenuta nel pomeriggio di oggi a San Michele l'intitolazione di largo Antonio Manganelli e l'inaugurazione del monumento dedicato alle donne e agli uomini della Polizia di Stato.

Tra i presenti il Capo della Polizia di Stato il Prefetto Franco Gabrielli che ha affermato: "Manganelli era un uomo straordinariamente intelligente e con grande umanità. Riusciva ad entrare in poco tempo in empatia con le persone. Purtroppo la malattia lo ha portato via prematuramente, ma ha lasciato grandi insegnamenti perché è stato uno straordinario servitore dello Stato."

“Quando, con l’amico Matteo Marzella – Presidente dell’A.N.P.S. di Vasto pensavamo di dedicare un luogo della nostra Città alla Polizia, - ha detto il sindaco di Vasto, Francesco Menna, nel suo intervento - mai avremmo immaginato di ritrovarci, qui, oggi, ad inaugurare un Monumento ai Caduti della Polizia di Stato nel ricordo del Prefetto Antonio Manganelli. Devo dire che non ho avuto la fortuna di conoscere personalmente il Prefetto Manganelli ma, soprattutto in questi anni di sindacatura, mi sono nutrito delle preziose testimonianze dell’amico Prefetto Alessandro Valeri, del Prefetto della Provincia di Chieti, Armando Forgione, e di tanti miei concittadini che conobbe, nel corso degli anni, in questo territorio da lui stesso eletto, insieme alla sua famiglia, quale meta delle proprie vacanze. L’apprezzamento per un’elevatissima figura umana e professionale che permane ad anni di distanza dalla sua prematura scomparsa. Largo Antonio Manganelli custodirà un’opera monumentale – la cui progettazione è stata donata da un giovane scultore vastese Mario Altieri – che rappresenterà, con serena semplicità, il significato del senso del dovere ed affiderà a tutti i passanti ed ai fruitori di questo stupendo angolo panoramico di Vasto, un perenne sentimento di memoria e gratitudine.”

Alla cerimonia hanno preso parte anche il Prefetto della Provincia di Chieti, Armando Forgione, il Questore di Chieti, Ruggiero Borzacchiello e la signora Adriana Piancastelli, vedova del Prefetto Antonio Manganelli, insieme ad alcuni familiari.

Quest'ultima si è espressa così: "E' stata una giornata splendida, con le belle parole dei tanti presenti. Sono 7 anni che mio marito non c'è più ma è ancora vivissimo il suo ricordo. Questo vuol dire che ha seminato bene e che il suo è stato un progetto di vita che ha dato i suoi frutti e li continua a dare ancora adesso".

Il rito di benedizione è stato presieduto dall’Arcivescovo Metropolita di Chieti-Vasto Monsignor Bruno Forte.

GUARDA I VIDEO: