Sporting Club Vasto: "Il Parco Muro delle Lame tornerà al suo splendore"

"Il tennis non sparirà, ma l'offerta verrà ampliata con paddle, bar, ristorante al servizio del parco, palestra e aree relax"

Attualità
sabato 17 ottobre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Parco Muro delle Lame
Parco Muro delle Lame © Vastoweb

VASTO. "Negli ultimi mesi sono apparsi diversi articoli sulla stampa e sui media locali riguardo la Gara d’appalto per la concessione del Parco Muro delle Lame. Abbiamo letto molte dichiarazioni con contenuti inesatti incluse alcune gratuite speculazioni. Al momento sono in corso persino dei contenziosi legali conseguenti ai ricorsi, a nostro parere illegittimi, presentati dal Direttivo del Circolo Tennis “Antonio Boselli”.

Lo scopo di questa comunicazione pubblica e’ far conoscere a tutta la cittadinanza le ragioni che ci hanno indotto a partecipare alla gara ed illustrare brevemente lo spirito del progetto di riqualificazione dell’area presentato dalla nostra società.

Premessa importante e’ che noi investitori ed aggiudicatari siamo da sempre frequentatori del Parco, appassionati e praticanti sportivi nonché soci noi stessi, da tantissimi anni, del Circolo Tennis “Antonio Boselli”.

Vastesi innamorati di Vasto !

Perché ci siamo lanciati in questa avventura ? Perché abbiamo risposto al bando ?

Per ragioni che non spetta a noi indagare o commentare in questa sede il Parco Muro delle Lame e’ da tanti anni, troppi anni, oggetto di un progressivo deterioramento. Chiunque faccia un giro può verificare di persona, ma anche in rete ci sono ampie documentazioni a riguardo.

A noi piace pensare il Parco come era in origine, quando calcavamo la pista per le gare scolastiche o giocavamo le prime partite di tennis da ragazzi.

Il nostro primo obiettivo è restituire alla sua originaria bellezza e fruibilità per tutti un posto speciale come il Muro delle Lame. Un posto del cuore per noi !

Vorremmo tornasse ad essere un luogo bello, accessibile ed inclusivo dove sportivi, bambini, giovani e meno giovani, famiglie possano trascorrere ore piacevoli o intere giornate in sicurezza, in compagnia o da soli, in spazi gradevoli, funzionali e ben tenuti.

Oltre quindi a riportare ad antico splendore pista di Atletica, gradoni tribune, strade e camminamenti, verde, impianti di illuminazione etc, Ci siamo impegnati concretamente ( garantendo tutti gli investimenti con fideiussioni ) ad arricchire l’esistente con nuovi campi di paddle, bar, ristorante al servizio del parco, palestra, aree relax, spazi di convivialita’, aree giochi, spazio multifunzionale/eventi e molto altro. Il progetto è molto ampio ed una parte è legata al tennis. Anche su quel fronte crediamo di poter fare molto bene ampliando l’offerta di formazione, tornei e manifestazioni riportando inoltre alla “Frana” molti tennisti di Vasto e dintorni. Specie i più bravi ed i più giovani che da tempo non si vedono passare nemmeno per caso.

Il tennis quindi non solo non sparirà ma continuerà con più opportunità per tutti.

Per ultimo vorremmo rassicurare sul tema costi di fruizione.

Come sapranno le persone che lo hanno letto, il bando prevede delle regole molte precise sulle tariffe che dovranno essere applicate che saranno necessariamente eque e congrue. Per permettere a tutti di godere del nuovo Parco !

Evidentemente, se saremo bravi, confideremmo di rientrare del nostro investimento e, magari, anche premiati un po’ di più. Crediamo questo non possa e non debba scandalizzare nessuno.

Ci auguriamo tutto si risolva al più presto. Noi non vediamo l’ora di metterci al lavoro!".