Corso utilizzo del defibrillatore per 10 collaboratori della Chiesa San Marco

"È fondamentale saper intervenire tempestivamente"

Attualità
martedì 20 ottobre 2020
di La Redazione
Corso utilizzo del defibrillatore per 10 collaboratori della Chiesa San Marco
Corso utilizzo del defibrillatore per 10 collaboratori della Chiesa San Marco © Parrocchia San Marco Evangelista

VASTO. Si è svolto ieri, Lunedì 19 ottobre, dalle ore 15,00 alle ore 19,00, nei locali della Parrocchia di S. Marco Evangelista di Vasto (Ch) il corso, destinato ai collaboratori parrocchiali, per apprendere l’utilizzo del defibrillatore, che è stato donato alla Comunità. Dieci i partecipanti: Enzo Di Filippantonio, Gilda Cipollone, Antonella Di Renzo, Armando Rossi, Silvia Calvano, Katia Basilico, Marco Ritenuti, Alfiero Luigi Medea, Simona Sabatini, Dina Scampoli.

Ha tenuto la parte teorica l’infermiera del 118 di Chieti, Patrizia Berardi, la quale, richiamandosi alla legge del 3 aprile 2001, n. 120, ha indicato innanzitutto la finalità del corso (insegnare le procedure per soccorrere chi ha la perdita di coscienza, chi ha l’ostruzione delle vie aeree e chi ha l’arresto cardiaco), per poi spiegare la specificità delle procedure del BLS-D, rivolte ai pazienti non traumatizzati, agli adulti, e ai bambini con peso superiore a 25 kg.

La Berardi ha, quindi, precisato che in caso di crisi cardiaca, ogni minuto che passa diminuisce la probabilità di sopravvivenza. Per questo è fondamentale intervenire tempestivamente, sapendo cosa fare, senza farsi prendere dal panico. Il tempo, in altre parole, è il punto cruciale del sistema.

La Berardi ha concluso il suo intervento, spiegando i vari passaggi, non particolarmente complessi, per l’utilizzo del defribillatore.

È stato compito di tre infermieri del 118 di Vasto, Giovanni Giammichele, Fernando De Flumeri e Ciro Sperinteo insegnare sul piano pratico questi passaggi, dividendo i corsisti in tre gruppi e facendoli esercitare su un manichino.

Alla fine, ogni corsista ha sostenuto, alla presenza dei tre infermieri, un breve esame per dimostrare quanto aveva appreso durante il corso.

Il parroco don Nicola Fioriti ha intenzione di organizzare quanto prima un secondo corso per altri dieci collaboratori.