Morte di Anna Zinni: 4 medici indagati per omicidio colposo, oggi l'autopsia

Antonello Cerella: "E' un atto dovuto per poter eseguire l'esame autoptico"

Cronaca
mercoledì 31 marzo 2021
di Federico Cosenza
Anna Zinni e l'ospedale Clinicizzato di Chieti
Anna Zinni e l'ospedale Clinicizzato di Chieti © Vastoweb

VASTO. E' stato affidato questa mattina, dalla Procura di Vasto al medico legale Cristian D'Ovidio e allo specialista in medicina interna e cardiologia Aldo Salvi (primario del Pronto Soccorsodi Ancona), l'incarico per effettuare l'esame autoptico sul corpo di Anna Zinni. Quest'ultima è la giovane mamma di Vasto, morta a 29 anni a seguito di un malore lo scorso 23 marzo (Leggi).

L'autopsia si svolgerà a partire dalle 12 presso l'ospedale clinicizzato di Chieti. Intanto sul fronte indagini la Procura ha iscritto sul registro degli indagati 4 medici del San Pio e dunque l'indagine non è più contro ignoti. L'accusa è quella di omicidio colposo.

A riguardo l'avvocato Antonello Cerella, che difende alcuni dei sanitari, ha affermato: "Si tratta di un atto dovuto per poter eseguire l'autopsia, abbiamo già nomimato dei consulenti di parte".

Un altro medico è assistito dall' avvocato Donatella Monaco che ha nominato come consulente di parte il dottor Raffaele Ciccarese.

Anche i famliari della Zinni, attarverso i propri legali: Elisa Pastorelli, Raffaele Giacomucci e Isabella Mugoni, hanno nominato un medico legale di parte  la dottoressa Elena Ulacco e richiesto l'acquisizione delle immagini di videosorveglianza del San Pio che  riprendono l'arrivo della giovane presso il Pronto Soccorso.

Intanto il tampone molecolare sulla giovane deceduta ha dato esito negativo, dunque non era positiva al Covid-19. Ci vorranno i consueti 90 giorni per avere il risultato dell'autopsia.