Incendio in località Fornace a Casalbordino, sul posto Vigili del fuoco e Protezione civile

Sul posto in azione anche un elicottero

Cronaca
venerdì 30 luglio 2021
di La Redazione
Incendio in località Fornace a Casalbordino, sul posto Vigili del fuoco e Protezione civile
Incendio in località Fornace a Casalbordino, sul posto Vigili del fuoco e Protezione civile © Enzo Dossi

CASALBORDINO. Altra giornata nera oggi, sul fronte incendi. Un grosso rogo è divampato nel primo pomeriggio  nella zona  Fornace di Casalbordino in c.da  Fontanelle e c.da San Gregorio, dove il fuoco è partito da 3 punti, sicuramente di origine dolosa  secondo le prime indiscrezioni, un incendio abbastanza esteso. Sul posto hanno operato i Vigili del Fuoco di Vasto, Lanciano e Ortona presenti anche i Carabinieri forestali.   

Sotto il coordinamento del Dos ( Direzione operazioni spegnimento),molti volontari della Protezione Civile di Casalbordino composta da Maria Simonetti, Tommaso Bucciarelli e Mario Scaccia, la squadra P.C. Arcobaleno di San Salvo, la squadra P.C. di Vasto, la squadra P.C. di Torino di Sangro e "Il Castello" di Monteodorisio. Dopo alcune ore di intenso lavoro dei Vigili del fuoco e dei Volontari le fiamme sono state messe sotto controllo.

È forse uno degli incendi più vasti  che abbiamo mai avuto  sulla zona della Fornace, dove ogni anno  avviene un rogo di origine   doloso. In supporto alle squadre a terra è giunto anche l’elicottero dei Vigili del Fuoco.  Quale che sia l’area interessata, un incendio è una calamità per le risorse coinvolte che rischiano l’annichilimento: le conseguenze per l’equilibrio naturale sono gravissime e i tempi per il riassetto dell’ecosistema forestale e ambientale molto lunghi.

Non solo: le alterazioni delle condizioni naturali del suolo causate dagli incendi favoriscono anche fenomeni di dissesto dei versanti provocando, in caso di piogge intense, lo scivolamento e l’asportazione dello strato di terreno superficiale, aumentando il rischio idrogeologico dell’area. I volontari della Protezione civile di Casalbordino, continuano a monitorare il territorio.    

Enzo Dossi