Domani l'autopsia di Ilaria, sull'autobus trovate irregolarità

Polichetti: “Sull'autobus 16 posti non avevano le cinture di sicurezza in regola, stiamo ricostruendo l'esatta dinamica”

Cronaca
Vasto giovedì 29 novembre 2018
di Federico Cosenza
Incidente Trignina
Incidente Trignina © Vastoweb

DOGLIOLA. E' di una decina di feriti il bilancio del tremendo incidente avvenuto ieri sulla Trignina e che ha portato alla morte di Ilaria Mastroberardino (LEGGI). Tra questi due sono quelli che destano maggiore preoccupazione. Si tratta dell'autista dell'autobus, A.T. del 1976, che è stato trasferito dal San Timoteo di Termoli a San Giovanni Rotondo e di D.N.M. del 1986, che è stato trasferito dal San Pio di Vasto presso la neurochirurgia di Pescara in elisoccorso, entrambi sono molisani. I veicoli coinvolti nel sinistro, ovvero la Fiat Panda Cross della giovane 30enne deceduta e l'autobus Atm attualmente sono sottosequestro e a disposizione dell'Autorità giudiziaria.

Proprio dai primi controlli sono emerse delle irregolarità sul pullman ed a confermarlo a Vastoweb è il dottor Polichetti della Polizia Stradale di Chieti: «Sul bus almeno 16 posti su circa 50 non avevano le cinture di sicurezza in regola, per questo ci sarà una sanzione. Sulla dinamica ci sono indagini in corso, abbiamo acquisito anche le immagini della videosorveglianza della stazione di servizio per ricostruire meglio l'accaduto. Di certo c'è che l'autista nel tentativo di evitare l'impatto con l'auto è finito contro due tir parcheggiati. Su questi ultimi vi erano i camionisti che stavano riposando e che fortunatamente sono rimasti illesi".

Per quanto riguarda l'autopsia il dottor Pietro Falco nel primo pomeriggio di oggi presso la Procura di Vasto ha ricevuto l'incarico per svolgere l'esame autoptico sul corpo della giovane deceduta. Si terrà domani mattina presso l'obitorio dell'ospedale di Chieti. Successivamente la salma verrà restituita ai familiari per l'ultimo saluto.