Cas convento San Buono, Nas e Asl riscontrano carenze igienico-sanitarie

Nicola Filippone: “Mi sono state notificate delle criticità dopo i controlli nella struttura. Ora sentirò il Prefetto per capire come risolvere il problema”

Cronaca
Vasto giovedì 13 dicembre 2018
di Federico Cosenza
Più informazioni su
A sinistra il convento di San Buono, a destra il Sindaco Nicola Filippone
A sinistra il convento di San Buono, a destra il Sindaco Nicola Filippone © Vastoweb

SAN BUONO. Nella giornata di ieri non è passata inosservata la presenza dei Carabinieri del Nas e della Asl presso il convento di San Buono, che si trova a pochi chilometri dal paese. La struttura da circa un anno, esattamente dallo scorso gennaio, è stata trasformata in un Cas(Centro Accoglienza Straordinario) e nella mattinata del 12 dicembre sono stati effettuati dei controlli.

Da questi sono emerse delle carenze igienico-sanitarie come confermato dal sindaco del paese Nicola Filippone: "Ieri ci sono stati dei controlli da parte dei Carabinieri del Nas e della Asl. Si sono svolti nell'arco della mattina e al termine mi sono state notificate delle criticità igienico-sanitarie. Sembrerebbe che vi sia un problema legato al numero degli ospiti della struttura, in eccesso rispetto alla superficie calpestatile del convento. Una volta capito il problema, sentirò il Prefetto per capire quali azioni intraprendere per risolvere la questione".

Nel convento di Sant'Antonio ci sono attualmente 56 ragazzi. Tra i primi a non essere d'accordo con l'apertura del centro fu proprio il primo cittadino del piccolo centro del vastese che voleva preservare l'interesse storico-culturale del luogo (LEGGI). Inoltre va ricordato come l'arrivo in paese dei richiedenti asilo non venne accolto benissimo da tutti, infatti vi fu una violenta sassaiola nella quale restò ferito un educatore della struttura (LEGGI).

Il centro era stato aperto dalla Cooperativa Matrix ed attualmente è gestito da un'altra cooperativa che ha diversi Cas in Abruzzo e Molise, ma sede legale nel nord Italia.