Prestigioso riconoscimento al professor Guido Brunetti, originario di Fraine

Il suo nome figura nell'elenco dei più grandi neuroscienziati al mondo

Cultura
mercoledì 21 luglio 2021
di La Redazione
Guido Brunetti
Guido Brunetti © Wikipedia

FRAINE. Un prestigioso riconoscimento è stato assegnato al professor Guido Brunetti, originario di Fraine (Chieti), ma da anni residente a Roma. Il suo nome figura nell'elenco dei più grandi neuroscienziati al mondo. L'evento premia una lunga  carriera professionale, scientifica e di scrittore.

A 11 anni lascia l'Abruzzo e si trasferisce a Nemi, alle porte di Roma, dove studia nel collegio dei Mercedari. E’ una tappa fondamentale di uno straordinario percorso che lo porta prima alla laurea e alla specializzazione in psicologia; poi a lavorare nel Ministero di Grazia e Giustizia e presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri; quindi ad esercitare attività sanitaria nella cura delle malattie mentali e a insegnare nelle Università di Roma, Lecce e Salerno ed infine come scrittore nella pubblicazione di numerosi libri e saggi che spaziano nei diversi campi delle neuroscienze, della psichiatria e della psicoanalisi.

E' stato definito un "umanista-scienziato" e "uno dei pochi autori capace di scrivere un libro sul cervello, la mente e la coscienza".

Emerge una personalità poliedrica, pluridimensionale. Guido Brunetti, uno e trino. Come scienziato-umanista, egli fornisce un apporto di estremo interesse sulle prodigiose proprietà e dei tanti misteri che avvolgono ancora il cervello e la mente, cercando di fondere i principi dell’umanesimo filosofico con la dimensione del trascendente nel solco di un pensiero che va da Platone a Sant’Agostino e giunge sino ai nostri giorni.

Come psicologo-filosofo analizza l’ontologica finitezza dell’uomo, scavando nel sottosuolo buio e profondo della mente umana, dell’inconscio, dei disturbi psichiatrici e dell’introspezione psicologica.

Come scrittore spazia nei più diversi campi delle neuroscienze, della psichiatria e della psicoanalisi attraverso un stile raffinato, colto e attraente.

E’ in sostanza uno speleologo dell’anima umana.

Il professor Brunetti è noto per aver elaborato la “Teoria trinitaria della persona umana”, superando sia il riduzionismo neuro scientifico (monismo) sia il dualismo ontologico di Platone e Cartesio. E’ una teoria non solo neuro scientifica, ma anche filosofica, umanistica e spirituale dell’essere umano. Il quale è posto in una dimensione trascendentale, al di sopra della propria condizione biologica, empirica, materiale, allo scopo di cogliere la portata più profonda dell’individuo. E’ lo spirito- egli afferma- che rende superiore l’uomo.       

Ha ricevuto molteplici riconoscimenti per le sue notevoli qualità umane, intellettuali e morali e per l’alto valore della sua opera. Prestigiose le onorificenze concesse dal Papa, San Giovanni Paolo II, e dal Presidente della Repubblica.

Mantiene  costanti legami affettivi con l'Abruzzo attraverso soggiorni, presentazione dei suoi libri, conferenze.