E' di Cristina Altobelli il quadro vincitore della mostra organizzata dall'Acm

Con un quadro che rappresenta il golfo di Vasto

Cultura
domenica 22 agosto 2021
di Francesco Di Fonzo
Più informazioni su
E' di Cristina Altobelli il quadro vincitore della mostra organizzata dall'Acm
E' di Cristina Altobelli il quadro vincitore della mostra organizzata dall'Acm © Vastoweb

VASTO. Si conclude con un enorme successo “L’Arte Estemporanea a Vasto nel triennio 2018 – 2019 – 2021”, la mostra retrospettiva organizzata dall’ Acm (associazione di competenze multidisciplinari) sotto i portici di Corso Nuova Italia, nelle giornate di venerdì 20 e sabato 21 Agosto.

Dal punto di vista della partecipazione, fin dalle prime ore abbiamo riscontrato una grandissima affluenza di visitatori, soprattutto stranieri: tanti francesi, tanti inglesi. I vastesi si sono riservati specialmente il dopo cena” racconta Carlo Viaggiano, presidente dell’organizzazione. “Negli anni il livello qualitativo degli artisti è progressivamente migliorato, ed anche l’attrattiva dell’evento è notevolmente accresciuta. Il 2021 rappresenta il punto più alto di ciò che siamo riusciti a realizzare”.

La mostra si è svolta in continuità con l’estemporanea di pittura “Vasto in cornice”che da quattro anni catalizza l’attenzione di tantissimi artisti provenienti da ogni angolo della penisola:

Siamo partiti nel 2018 cercando di richiamare la vecchia memoria di Catania, il decano dei giornalisti vastesi che nel 1960 è stato membro di giuria di un’estemporanea. Abbiamo poi replicato l’iniziativa nel 2019, mentre nel 2020 non abbiamo potuto far nulla a causa della pandemia” spiega Viaggiano. “Se nelle prime due edizioni la location è stata Vasto con i suoi vicoli, scorci e bellezze, nel 2021 siamo scesi giù al mare, in contemporanea con l’apertura della Via Verde della Costa dei Trabocchi. Potrà sorprendere, ma il 90% degli artisti non è nemmeno abruzzese. Quest’anno abbiamo avuto il maestro Fortebraccio direttamente dalla Sicilia, i Bassi dal Piemonte, e molti altri dalla Romagna, dalla Campania e dalla quasi totalità delle restanti regioni d’Italia. Un’enorme soddisfazione che sinceramente non ci aspettavamo”.

Gli artisti hanno esibito le proprie opere realizzate “en plain air” avvalendosi delle tecniche più disparate: quadri ad olio, a tempera e ad acquerelli hanno adornato per un weekend i portici di Corso Nuova Italia. Come precisa Viaggiano “il 2021 ha segnato il massimo della completezza dal punto di vista squisitamente tecnico”. Al di là delle divergenze stilistiche, il comun denominatore tra i dipinti esposti è stato l’oggetto degli stessi: le meraviglie vastesi. Aspetto, questo, che pare aver messo d’accordo tutti.

Non c’è stato artista con cui abbiamo intrattenuto un dialogo, sia nei momenti antecedenti, che in quelli seguenti la competizione, che non si sia detto assolutamente entusiasta della città. Tant’è che quest’anno abbiamo anche assegnato il premio fedeltà a pittori catanesi presenti in tutte e tre le edizioni. Il mare, ed in modo particolare i trabocchi, hanno colpito la fantasia dei partecipanti, che si sono sbizzarriti in rappresentazioni di una qualità che ha rasentato l’eccellenza”.

Quest’anno è stata Cristina Altobelli con il “suo” golfo vastese ad aggiudicarsi il primo posto. Nativa di Chieti ed inserita da anni nel mondo dell’arte, Cristina è una pittrice di matrice impressionista. Predilige dipingere paesaggi curando meticolosamente luce, colore e profondità di campo, trascurando invece i dettagli.

“La presenza umana non è contemplata nel suo mondo, perché ciò che interessa a Cristina è la rappresentazione della sua natura, un mondo incantato non violato dall’uomo e dal suo cemento, una realtà densa di quei valori, ormai perduti, di cui era permeata la nostra civiltà contadina” il commento tecnico.