Il rito infuocato più grande del mondo: torna la 'Ndocciata di Agnone

Una scenografica sfilata di enormi fiaccole, le ‘ndocce, la sera di sabato 8 dicembre 2018 illumina il corso principale di Agnone

Flash News
Vasto mercoledì 05 dicembre 2018
di La Redazione
Ndocciata
Ndocciata © Iserniaweb.it

AGNONE. In Alto Molise quando l’aria si fa pungente è il tempo della ‘Ndocciata, il rito del fuoco più grande del mondo, che affonda le radici in una tradizione ancestrale e che oggi è l’evento turistico di punta dell’inverno sull’Appennino molisano.cittadina delle campane, dell’artigianato e dell’arte casearia, a pochi chilometri da Castel del Giudice (IS) e dalle sue accoglienti casette in pietra e legno che compongono, come in un presepe, l’albergo diffuso Borgotufi. Al calare del sole e al suono delle campane, intorno alle 18.00, migliaia di persone attendono nel cuore di Agnone che i portatori delle 5 contrade agnonesi vestiti con cappe e cappelli neri e abiti contadini sfilino in città, sfoggiando sulle spalle le ‘ndocce, grandi torce infuocate costruite a mano con legno d’abete e composte a raggiera. llcorteo comincia con le torce più piccole, quelle singole, per stupire gli spettatori con ‘ndocce infuocate sempre più grandi, che possono superare le 20 fiaccole e il peso di 140 kg. Musica ed eventi collaterali riempiono di magia il weekend dell’Immacolata.Borgotufi, a Castel del Giudice, al confine tra il Molise e l’Abruzzo, è in una posizione strategica per vivere la ‘Ndocciata e visitare i caratteristici borghialtomolisani illuminati a festa, sciare nelle località di Capracotta, amata per lo sci di fondo, e Roccaraso con le sue apprezzate piste e vette, scoprire le antiche chiese e i musei di Agnone, immergersi nel mondo millenario dei Sanniti nelle aree archeologiche di Pietrabbondante e Vastogirardi. Per il soggiorno c’è Borgotufi, con le sue spaziose e suggestive case, il centro benessere che si affaccia sui boschi - con piscina idromassaggio riscaldata, cascate a getto, sauna, bagno turco, docce emozionali con cromo e aromaterapia, sala massaggi -, il ristorante Ocrà Favola Molisana, in cui la Chef Alessandra Di Paolo formata daNiko Romito reinterpreta in chiave moderna piatti tradizionali, tra formaggi, tartufi emele biologiche che nascono nel meleto di Melise a Castel del Giudice. La proposta di Borgotufi “Sapori e Benessere” per 2 persone, inclusa la colazione a buffet, drink di benvenuto, notte negli appartamenti matrimoniali, ingresso al centro benessere, cena con menu di 4 portate, suggerimenti su itinerari storico-artistici e naturalistici è da 190 euro per 2 persone al giorno.

Lascia il tuo commento
commenti