Aiuti ai ristoratori e operatori alberghieri: "Legge approvata all'unanimità"

“Misura straordinaria di 10 milioni di euro per contrastare la grave crisi di liquidità che ha colpito il sistema delle micro, piccole e medie imprese”

Lavoro ed economia
martedì 04 maggio 2021
di La Redazione
Piatto di pasta ristorante
Piatto di pasta ristorante © Canale 8 news

ABRUZZO. "La proposta di legge recante ' Misure a favore delle imprese, con particolare riguardo al settore della ristorazione, a quello turistico-alberghiero, alle filiere ad essi correlate operanti sul territorio della Regione Abruzzo nonché a favore delle imprese che hanno subito restrizioni previste per le zone rosse per effetto delle ordinanze del Presidente della Regione ' è stata approvata all'unanimità nel corso della seduta consiliare odierna. Un provvedimento che destina  10 milioni ai settori della somministrazione volto a tamponare le notevoli perdite imputabili alle ripetute chiusure ". 
Lo dichiarano in una nota  Vincenzo D'Incecco ( Lega ), capogruppo in Consiglio regionale, e Emiliano Di Matteo ( Lega ), presidente della III Commissione consiliare "Agricoltura, Sviluppo economico e Attività produttive" , che aggiungono : 
" L'obiettivo è dare una boccata d'ossigeno alle piccole e medie imprese con una procedura semplificata e più veloce gestita dalla Fi.R.A.,  partecipata finanziaria della Regione Abruzzo, che ha previsto 5 strumenti da da attivare singolarmente, congiuntamente o alternativamente: 
- un fondo " Piccolo prestito": erogazione di prestiti diretti a tasso zero, di importo non superiore a 15.000 euro, della durata di 5 anni di cui 24 mesi di ammortamento ; 
- un fondo per l'erogazione di contributi a fondo perduto finalizzati all'abbattimento del tasso di interesse dei prestiti; 
- un fondo per la ricapitalizzazione delle MPMI attraverso la partecipazione al capitale di rischio e/o attraverso il prestito partecipativo; 
 - un fondo di Venture/Seed capital per le start-up ; 
- un fondo rotativo di garanzia e/o co-garanzia regionale da assegnare ai confidi operanti in Abruzzo che garantisce  fino al 100% i finanziamenti bancari “ . 
  
"Un risultato ottenuto anche  grazie alle Opposizioni che hanno consentito di licenziare il testo all'unanimità  in un'unica seduta dalla Commissione competente da me presieduta  e a Giacomo D'Ignazio,  presidente Fi.R.A.,  per la collaborazione e disponibilità nel concordare questo pacchetto di misure economiche di fondamentale importanza per la ripartenza di medie e piccole impresi abruzzesi" conclude Di Matteo. 

“E’ stato approvato all’unanimità, il progetto di legge – con una dotazione finanziaria di 10 milioni di euro-  in favore delle imprese abruzzesi, con particolare riguardo ai settori della ristorazione e turistico-alberghiero e alle filiere ad essi correlate, come risposta straordinaria alla crisi emergenziale determinata dalla pandemia. La legge regionale n. 187/2021,attraverso la rimodulazione del POR FESR 2014/2020, prevede 5 strumenti finanziari, gestiti dalla società in-house Fi.R.A., tali da agevolare l’accesso al credito alle nostre imprese. Il primo, denominato “Piccolo Prestito”, di importo non superiore a 15 mila euro, a tasso zero e della durata di 5 anni è di certo una delle misure più attese dalle micro, piccole e medie imprese che diversamente non avrebbero accesso al credito;contributi a fondo perduto finalizzati all’abbattimento del tasso di interesse dei prestiti e dell’abbuono della commissione di garanzia; un Fondoper la ricapitalizzazione delle micro e pmiattraverso la partecipazione al capitale di rischio e/o attraverso il prestito partecipativo; un fondo di Venture/ Seed capital  per le start-up di impresa; e un fondo rotativo di garanzia e/o co-garanzia regionale fino al 100%dei finanziamenti bancari, che consentirà di accrescere la capacità di accesso al credito per le nostre aziende. Una norma indispensabile, per categorie fortemente colpite – con le quali c’è stato costante confronto e condivisione, oltre che con il mondo bancario – e in forte affanno di liquidità, che permetterà una sicura velocizzazione delle procedure di accesso al credito. Sono soddisfatto di questa ulteriore azione che la Regione compie a tutela e a sostegno del tessuto economico e produttivo dell’Abruzzo e ringrazio tutti i colleghi, di maggioranza e di opposizione per la pronta condivisione e unanimità di intenti”. 

Così, il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale, Guerino Testa.