La Asl assume 4 lavoratori socialmente utili della provincia di Chieti

Con contratto a tempo indeterminato

Lavoro ed economia
Vasto giovedì 06 dicembre 2018
di La Redazione
Lavoro al pc
Lavoro al pc © Web

CHIETI. Ha una chiara connotazione di tipo sociale il provvedimento adottato dalla Direzione della Asl Lanciano Vasto Chieti, che ha portato alla stabilizzazione di quattro lavoratori socialmente utili. I quali, dal 1° dicembre scorso, sono stati assunti con contratto a tempo indeterminato e a tempo pieno nel profilo professionale di coadiutore amministrativo. La procedura era stata avviata mesi addietro, facendo riferimento alle linee guida emanate dalla Regione per il superamento del lavoro precario nelle Asl e per favorire il reclutamento di lavoratori socialmente utili, da destinare alla copertura di vuoti in organico per qualifiche che richiedono il titolo di studi della scuola dell’obbligo.

I quattro neo assunti hanno partecipato a una selezione indetta dalla Asl con un avviso bandito per stabilizzare lavoratori già impiegati in precedenza in quanto fruitori di ammortizzatori sociali, i quali, com’è noto, possono essere destinati a servizi di pubblica utilità presso gli enti pubblici fino al termine del periodo coperto da indennità. Superata la prova di idoneità, i quattro partecipanti, tre femmine e un maschio, sono stati assunti nel rispetto dei limiti di spesa per il personale e del numero dei posti vacanti previsti nella dotazione organica

«La scelta di impiegare lavoratori che subiscono una riduzione involontaria della retribuzione o la perdita del posto di lavoro nasce da un senso di solidarietà che non può essere estraneo a una Pubblica amministrazione - commenta il Direttore generale della Asl, Pasquale Flacco, il quale ha voluto fortemente tale percorso -. La difficoltà a trovare un’occupazione non sarà mai pari alla disperazione che investe chi in età adulta si ritrova senza lavoro e ha davanti a sé prospettive ridotte e un orizzonte decisamente più ristretto. Le nostre politiche di selezione del personale hanno quindi guardato in quella direzione, al fine di conciliare le esigenze aziendali con la possibilità di dare una seconda chance a questi lavoratori».

Le quattro unità sono state destinate a Chieti e a Lanciano.

Sempre in tema di superamento del precariato nelle Aziende sanitarie, è stato appena emanato il bando per la stabilizzazione del personale del comparto, infermieri e tecnici di neuro-fisiopatologia, ai sensi del “Decreto Madìa”, che contiene misure per ridurre il ricorso ai contratti a termine e valorizzare la professionalità acquisita dal personale con rapporto di lavoro a tempo determinato . Possono concorrere quanti siano in possesso dei requisiti previsti dal bando (qui il link diretto ), consultabile sul sito aziendale www.asl2abruzzo.it nella sezione Concorsi e avvisi .