Raggiunta l’intesa sul rinnovo del contratto Fca: aumenti mensili di 144,50 euro

Spera: "Aumento del 2% per aprile 2019, marzo 2020, febbraio 2021, gennaio 2022, che, in totale, portano a un incremento della retribuzione base dell'8%"

Lavoro ed economia
Vasto lunedì 11 marzo 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Stabilimento Fca
Stabilimento Fca © Web

ATESSA Buone notizie sul versante Fca, si è appena raggiunta l’intesa per il rinnovo del Contratto Fca, Cnhi e Ferrari: svolta su salario, formazione, inquadramento e welfare.

Aumenti mensili di 144,50 euro (+8,24%), versamenti alla previdenza integrativa al 2,2%, ridotto costi e nuove coperture sulla sanità integrativa.

"La trattativa per il rinnovo del CCSL per Gruppo Fca e Cnhi si e' conclusa con grande soddisfazione, perché l'azienda ha accolto quasi tutte le nostre richieste, dando credibilità in quasi tutti i punti alla piattaforma da noi proposta". Lo dichiara il segretario generale Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera.

"Oltre alla revisione della parte normativa, - spiega - siamo riusciti ad ottenere dall'azienda la revisione dei minimi tabellari che si traducono in un aumento del 2% per aprile 2019, marzo 2020, febbraio 2021, gennaio 2022, che, in totale, portano a un incremento della retribuzione base dell'8%. Inoltre le tabelle di efficienza avranno un incremento dell'1,5%. Sostegni importanti al diritto allo studio, alla previdenza complementare, all'assistenza sanitaria e altro ancora. Dopo 10 anni di sacrifici - conclude Spera - si esce finalmente dai 'soliti schemi' e gli aumenti, fatto ancora più importante, vanno ad incidere direttamente sulla paga base".