Stipendi al 50% alla Fondazione Mileno: "Chiesto incontro al Prefetto di Chieti"

"Aumenta la rabbia dei lavoratori, clima di tensioni e instabilità"

Lavoro ed economia
martedì 18 febbraio 2020
di La Redazione
Daniele Leone
Daniele Leone © Daniele Leone

VASTO. "Il perdurare del totale silenzio della Fondazione Padre Alberto Mileno di Vasto Marina, gestita dall’Ordine Minore dei Cappuccini d’Abruzzo, aumenta la rabbia, genera incertezze e desta grande preoccupazione nei 300 dipendenti che, incolpevolmente, hanno percepito solo il 50% dello stipendio dovuto. Nell’attuale situazione di crisi la paura percepita è comprensibile, in quanto in un passato non troppo lontano i lavoratori hanno avuto seri problemi per la irregolarità dei pagamenti degli stipendi.

Tuttavia è ancora più assordante il silenzio da parte del Padre Provinciale dell'Ordine che non può non ricordare gli anni contrassegnati dalla mobilitazione del personale e delle forze sociali, al fine di salvaguardare sia gli interessi aziendali sia i livelli occupazionali.

Temiamo che, inevitabilmente, il prolungarsi di questa oscura situazione potrà nel breve periodo accendere un clima di forti tensioni e instabilità negli ambienti di lavoro, motivo per cui le OO.SS. FP CGIL, FP CISL e UIL FPL hanno chiesto un urgente incontro al Prefetto di Chieti, allo scopo di risolvere rapidamente una serie di problematiche di ordine economico e contrattuale."

Così, in una nota stampa, Daniele Leone della Cgil