"Giusto confermare lo stop delle fabbriche, unico modo per limitare i contagi"

"Sarebbe stato incomprensibile esporre i lavoratori della Val di Sangro e i familiari al rischio del contagio"

Lavoro ed economia
lunedì 23 marzo 2020
di La Redazione
Sevel di Atessa
Sevel di Atessa © Vastoweb

VASTO. C'è soddisfazione per la sospensione dell'attività lavorativa nel mondo dei metalmeccanici. A preoccupare in Abruzzo era in maniera particolare sia la situazione della Val di Sangro e anche quella del Vastese.

A riguardo Amedeo Nanni, della Fim-Cisl, ha affermato: "Ieri è uscito sulla gazzetta ufficiale il decreto del governo (Leggi), dove come chiesto dai sindacati metalmeccanici, è stata confermata la chiusura delle fabbriche, una chiusura necessaria nonostante molte aziende abbiano anteposto gli utili rispetto alla salute dei lavoratori e in cui abbiamo dovuto scioperare per far rispettare il decreto precedente. Finalmente si è presa coscienza che al fine di evitare ulteriori contagi, l'unica possibilità è quella che si è attuata. Sarebbe stato incomprensibile esporre i lavoratori della Val di Sangro e i familiari al rischio del contagio. Ora tocca a noi fare la nostra parte per sconfiggere il virus, rimaniamo a casa."