Sevel, stop produttivo dal 30 marzo fino al 5 aprile

"La riapertura sarà confermata in base all' evoluzione delle condizioni generali"

Lavoro ed economia
martedì 24 marzo 2020
di La Redazione
Sevel
Sevel © Web

ATESSA. In Sevel è stato prolungato il fermo produttivo causa Covid-19 dal 30 marzo al 5 aprile 2020 compreso.

"Seguendo le linee guida fornite dal Governo Italiano lo scorso fine settimana e tenendo conto di tutte le azioni di sicurezza e prevenzione che FCA sta continuando a sviluppare nei confronti dei lavoratori di tutte le sue strutture nazionali e internazionali, informiamo che:

  • confermiamo la riapertura il 6 aprile degli impianti Sevel e Melfi (solo la linea della Compass) insieme alle attività della 500 BEV. La riapertura di tutti i nostri siti produttivi di veicoli in EMEA sarà confermata in base all'evoluzione delle condizioni generali,
  • Tofas in Turchia continuerà le sue attività come attualmente in corso, cosi come i flussi IRF relativi a componenti di esportazione verso altre Regioni
  • Le operazioni dei siti di propulsione saranno allineate con le attività dei sili di produzione dei veicoli
  • Gli EDI saranno trasmessi in CWI3 e saranno allineati con questo piano; eventuali ulteriori modifiche al calendario verranno incorporate settimanalmente negli EDI successivi, che chiediamo ai fornitori di monitorare attentamente
  • Se le condizioni generali miglioreranno prima delle scadenze indicate, saremo pronti a riavviare la produzione in qualsiasi momento secondo le lince guida del Governo locale. Purchasing e Supply Chain managers rimangono la fonte di informazioni più aggiornata, ma vi rammentiamo anche di controllare frequentemente il Portale e Supplie Connect e il Portale Logistico F4S per eventuali dettagli."

    Così, in una nota stampa, Fca.