Crollo dei consumi nel settore moda: chiesti interventi immediati

la crisi ven 21 gennaio 2022

Federmoda Confcommercio scrive al ministro Giorgetti

Lavoro ed Economia di La Redazione
1min
Federmoda Confcommercio scrive al ministro Giorgetti ©Vastoweb
Federmoda Confcommercio scrive al ministro Giorgetti ©Vastoweb

CHIETI. Un calo dei consumi che sfiora il 30% nei negozi fisici, con un’evidente contrazione degli affari che ha paralizzato le vendite natalizie e non ha fatto ancora decollare la stagione dei saldi invernali, ben lontani dai dati registrati negli anni precedenti alla pandemia. Federmoda Confcommercio lancia l’allarme rosso della categoria ed invia una lettera accorata al Governo.

I destinatari della missiva sono, rispettivamente, il Ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, ed il vice ministro Gilberto Pichetto Fratin. I dati messi nero su bianco da Federmoda Confcommercio sono eloquenti. L’Ufficio studi di Confcommercio ha evidenziato come sia stato registrato un segno meno pari al 10,5% nel comparto dell’abbigliamento e delle calzature mettendo a specchio il 2019 ed il 2021. Il dato, peraltro, rappresenta una media riguardo i consumi effettuati su tutti i canali di vendita.

Di conseguenza, togliendo gli acquisti sul web, il calo riscontrato nei negozi in presenza tocca quasi il 30%. Un dato a dir poco preoccupante considerando le numerose settimane di lockdown vissute negli ultimi due anni che hanno fatto perdere al settore, dal 1 gennaio 2020 al 30 giugno 2021, 31.373 addetti nel solo commercio della moda. Il Governo, sottolinea Confcommercio, ha stanziato dei piccoli sostegni alla categoria ma non sono bastati. Anzi, a distanza di tre settimane dalla partenza dei saldi invernali, la situazione si è fatta difficile in ogni angolo d’Italia. A causa dell’enorme mole di contagi da Covid, e di quarantene, gli affari sono in picchiata un po’ ovunque.

Di conseguenza Federmoda Confcommercio invoca l’aiuto del Governo. “La ripresa non è uguale per tutti e poi di quale ripresa parliamo, di quella auspicata o di quella percepita? Per i negozi fisici e in particolare per quelli della moda che abbracciano l’abbigliamento, le calzature, la pelletteria, gli accessori, il tessile moda e per la casa- spiega Marisa Tiberio, presidente provinciale Confcommercio e Federmoda Chieti- la nuova ondata pandemica che di fatto ha prodotto un nuovo lockdown, l’inflazione, il caro energia, l’altissimo costo dei carburanti, ha raffreddato i consumi e congelato la ripresa.”

Per questi motivi Federmoda Confcommercio ha inoltrato una serie di richieste al ministro Giorgetti. “Bisogna procedere subito con interventi di sostegno, con moratorie e crediti d’imposta ai settori più colpiti e tra questi anche il commercio di vicinato- afferma Tiberio- perché attraverso queste attività commerciali si mantiene il decoro, la crescita e la sicurezza delle nostre città.”


Vastoweb.com Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 01/2009 del 9/01/2009 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Nicola Montuori

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Vastoweb.com. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione