Di Florio: "Gestione rifiuti, si costituisca un ambito sub provinciale vastese-frentano"

D'Amico: "Siamo certi e fiduciosi di aver dato il nostro contributo per dare un nuovo futuro nel comparto dei rifiuti"

Politica
martedì 02 marzo 2021
di La Redazione
Più informazioni su
Gestione Rifiuti
Gestione Rifiuti © Web

CUPELLO. A seguito della L.R. 45/2020, che ha introdotto la possibilità di delimitare sub ambiti territoriali all'interno del perimetro AGIR, il Sindaco di Cupello, Graziana Di Florio, in sede di Consiglio comunale, ha manifestato la propria volontà di costituire un ambito sub provinciale "vastese-frentano" da proporre alla prossima Assemblea di AGIR.

“La delibera”, spiega il Sindaco Di Florio, “rappresenta l’intento di mantenere la governance nel nostro territorio della gestione dei rifiuti, in previsione anche del potenziamento tecnologico degli impianti del CIVETA, previsti per sostenere modelli di economia circolare.”

A riguardo si è espresso anche il consigliere comunale Camillo D'Amico di "Insieme per Cupello":

"In data odierna il Consiglio Comunale di Cupello ha approvato a maggioranza, con il solo voto di astensione del gruppo di “Risposta Civica”, una delibera dove si chiede alla Regione Abruzzo ed all’assemblea dell’Agenzia Regionale dei Rifiuti (AGIR) la costituzione di un sub – ambito territoriale in luogo di quello provinciale previsto dalla L.R. vigente. La determinazione dei nuovi ambiti territoriali dovrà avvenire entro il prossimo 30 Giugno 2021.

La delibera ha preso atto e spunto da una nostra mozione presentata lo scorso 11 Gennaio dove indicavamo non solo una richiesta simile a quella approvata ma anche che Cupello fosse comune capofila nel territorio per fare massa critica verso l’AGIR e la regione Abruzzo affinchè, in sinergia con ECOLAN di Lanciano, l’impianto del consorzio intercomunale CIVETA costituisse concrete basi per dare contezza alla creazione di un sub – ambito territoriale.

Un rapporto tra pari e sinergico tra i due impianti senza alcuna forma di subordinazione; adesso il territorio ha una strada indicata che, con umile generosità, il Consiglio Comunale di Cupello ha dato e, stando alle recenti ufficiali prese di posizione manifestate dai Sindaci di Vasto e San Salvo, si potrà finalmente avere quel gioco di squadra politico ed istituzionale di cui il vastese ha bisogno per tornare ad autodeterminare il proprio futuro.

Siamo certi e fiduciosi di aver dato il nostro contributo per dare un nuovo futuro nel comparto dei rifiuti.

Il nostro augurio è che questo episodio sia solo l’inizio di un percorso nuovo e virtuoso in cui prevalgano gli interessi generali per la tutela vera del vastese."