Soldi pubblici e ambiente, Pennetta: "Lo diciamo da sempre, massima trasparenza"

Soldi pubblici e ambiente, Pennetta: "Lo diciamo da sempre, massima trasparenza"

Politica
martedì 28 settembre 2021
di La Redazione
Angela Pennetta
Angela Pennetta © Vastoweb

VASTO.   «Senza filtri, senza pareti, con le porte aperte sempre. Dal primo giorno di questa campagna elettorale ci siamo presentati così ai cittadini di Vasto perché questo è il nostro modo di essere e quello di fare. Alternative non ne abbiamo». Così l’avvocato Angela Pennetta, candidata a sindaco di Vasto per il movimento civico che raggruppa le liste “L’arcobaleno” e “L’orizzonte è Vasto”, raccoglie la sollecitazione avanzata dall’associazione Porta Nuova che ha invitato gli aspiranti primi cittadini a essere trasparenti nell’azione amministrativa e nell’utilizzo delle risorse pubbliche.

«Ringraziamo l’associazione Porta Nuova per aver voluto mettere in evidenza uno dei capisaldi del nostro programma elettorale, che non è propaganda, ma modus operandi reale e riscontrabile nel nostro passato, nel nostro vissuto – sottolinea Pennetta –. Lo abbiamo detto e così sarà: la nostra Amministrazione sarà di tutti, lo sarà perché ogni nostra scelta di governo per la città sarà resa subito manifesta. Sarà subito a disposizione delle considerazioni e dei giudizi di tutti».

«Abbiamo dedicato un ampio capitolo alle intenzioni che abbiamo di rendere il Comune di Vasto come una casa di vetro: non ci saranno distanze e ostacoli, non ci saranno porte chiuse e in questo ci faremo sostenere anche dalla tecnologia avviando la completa digitalizzazione della macchina municipale. Adotteremo, lo voglio ricordare, un Piano anticorruzione».

«Il nostro Consiglio comunale due volte l’anno si riunirà in altri luoghi per agevolare un contatto diretto con i cittadini. Conosciamo la normativa e la attueremo adottando il bilancio partecipativo. E non solo: si saprà tutto di come spenderemo i soldi pubblici».

Riguardo alle linee di indirizzo su tematiche centrali, di particolare interesse per tutti, «chiederemo attraverso gli strumenti di consultazione che abbiamo a disposizione il parere della città». E sull’ambiente nessun’esitazione.

«Siamo i soli, possiamo affermarlo senza tema di smentita, ad avere un’idea che non contempla promiscuità o compromessi tra la sterzata green che vogliamo dare a Vasto e il consolidamento di poli industriali. Delle due, l’una», precisa l’avvocato.

«Abbiamo il coraggio di dire che le cose così come stanno non ci piacciono. Il turismo non si può rafforzare con i nuclei industriali a ridosso delle zone più belle che abbiamo. Dobbiamo operare delle scelte che abbiano una visione e la visione contempla sviluppo sicuramente ma con nuovi servizi, nuovi lavori, nuove professioni legate alla tecnologia. Questo è possibile per il futuro di Vasto: rispetto dell’ambiente, valorizzazione del territorio per potenziare il turismo e tecnologia per creare lavoro. Noi siamo già pronti a impegnarci per questo», assicura Angela Pennetta.