Silvio Paolucci: ″Tolti fondi anche a Vasto e al vastese con il decreto del Governo″

"C'erano risorse per la depurazione e per Vasto Marina" ed anche per le sub-concessioni

Politica
Vasto giovedì 11 ottobre 2018
di Federico Cosenza
Più informazioni su
Silvio Paolucci
Silvio Paolucci © Silvio Paolucci

VASTO. Nonostante la replica del Mit(Leggi) continua la polemica per i presunti fondi del Masterplan delle opere pubbliche, circa 200 milioni, cancellati per l'Abruzzo con il Decreto Genova e dirottati dal Governo come anticipazione per la manutenzione e messa in sicurezza delle autostrada A24 e A25, i cui viadotti sono in condizioni tutt'altro che ottimali.

A riguardo Silvio Paolucci, ha dichiarato: "E' gravissimo quello che hanno fatto con quel decreto, evidentemente immagino non abbiano letto cosa c'era scritto. Loro di fatto regionalizzano le nostre autostrade, per investire sulla sicurezza tolgono 200 milioni e li tolgono solo all'Abruzzo per anticipazione. E' come se un'altra autostrada ad esempio la Milano-Venezia fosse a carico della Lombardia e del Veneto, ma non avviene in nessuna parte d'Italia. Le autostrade sono a carico di risorse nazionali e non risorse assegnate alla nostra Regione. Queste risorse avrebbero riguardato diversi interventi in tutti i comuni e servivano per accrescere il patrimonio infrastrutturale, a Vasto erano mirate per la depurazione e per Vasto Marina."

Ma non solo perchè in quei fondi del Masterplan che servirebbero come anticipazione per i lavori urgenti della A24-A25 rientrerebbero anche i 9 milioni per sistemare la viabilità del medio e alto vastese. Ovvero si tratta di quelle somme che fanno parte del Fondo per lo Sviluppo e la coesione 2014-2020 del Cipe. Sono cioè quelle che finalmente la Provincia ha sbloccato con le sub-concessioni affidate ai Comuni di Lentella e Schiavi nel vastese e utili a sistemare arterie come la Fondovalle Treste.


L'assessore Paolucci ha poi lanciato una frecciatina a Lega e Movimento 5 Stelle:

"E' gravissimo il silenzio della Lega che fa sempre finta quando bisogna annunciare di difendere cittadini e territori ed è silente su un errore grave come questo. Inoltre il Movimento 5 Stelle ha combinato un vero e proprio disastro su questo decreto, ma facilmente rimediabile con un emendamento presentato in sede di conversione da parte del Pd che toglie l'anticipazione a carico dell'Abruzzo portandola a carico dell'intero ammontare dei Patti per lo Sviluppo e ciò significherebbe togliere pochissimo a tutti e non solo all'Abruzzo."

Intanto proprio per chiarire questa vicenda che ha creato numerose polemiche domani, venerdì 12 ottobre alle ore 11.00 all’Aquila, nella sala Giunta di Palazzo Silone sede della Regione Abruzzo, il Presidente vicario Giovanni Lolli e il Direttore generale Vincenzo Rivera terranno una Conferenza Stampa sul tema della messa in sicurezza della A24 e A25 e delle risorse del Masterplan Abruzzo.

"Sarà l’occasione per ribadire la fermissima opposizione della Regione al provvedimento del Governo e per offrire – oltre ogni inutile polemica – un chiarimento definitivo sul caso, grazie alla possibilità di prendere visione del carteggio istituzionale intercorso col Ministero delle Infrastrutture e Trasporti."