Dissesto idrogeologico, Castaldi: «Gli 800 mila euro non ci sono»

Il senatore: "Propinato racconto pieno di falsità ai vastesi. Il nostro Governo aumenterà di 63 milioni e mezzo gli interventi disponibili in Abruzzo "

Politica
Vasto giovedì 08 novembre 2018
di Redazione
Più informazioni su
Gianluca Castaldi
Gianluca Castaldi © Vastoweb

VASTO. Il problema del dissesto idrogeologico nella città di Vasto è tornato nuovamente al centro dell'agenda politica cittadina dopo la notizia delle lesioni di una parte del muro di cinta dei Giardini d'Avalos che hanno portato alla chiusura di questi ultimi, di via Porta Palazzo e dell'evacuazione di una famiglia di tre persone(LEGGI). In questo caso l'assessore Forte ha dichiarato che si è optato per la richiesta di un finanziamento di 80 mila euro alla Regione per un intervento tampone con delle reti di contenimento metalliche(LEGGI).

Sull'argomento frane il senatore Castaldi ha voluto fare chiarezza dopo che nello scorso settembre era stato invitato dallo stesso assessore ad adoperarsi per il problema annoso che affligge la città. In quell'occasione Forte affermò che il progetto esecutivo per la Loggia Ambligh del valore di 800 mila euro e quello per la scalinata davanti la chiesa di Sant'Antonio del valore di 370 mila euro erano già stati approvati e che mancava solo una firma per l'accordo di programma tra Regione e Ministero(LEGGI).

L'esponente del movimento 5 Stelle però in un video ha ricostruito i fatti ed ha smentito categoricamente quanto dichiarato dall'assessore: "Quest'anno i soldi per Vasto e anche nel 2019 non ci sono perché il progetto deve essere ancora inserito in un elenco di finanziamenti veri e validi. Per avere i fondi bisognerà attendere la firma del III atto integrativo all’Accordo di Programma tra il Ministero e la Regione, che aumenta gli stanziamenti che ad oggi non ci sono. A questo punto le risorse -secondo me- saranno utilizzate a completamento delle Convenzioni dell'allegato B. Se il Comune di Vasto non ha raggiunto il proprio obiettivo non ci provi nemmeno a scaricare le colpe sul nostro Governo che aumenterà di 63 milioni e mezzo gli interventi disponibili sul territorio abruzzese. Noi non promettiamo, ma facciamo. "

GUARDA IL VIDEO:


IL COMUNICATO INTEGRALE DEL M5S:

"Il Vicesindaco, nonché assessore dell'amministrazione vastese targata Pd, era già intervenuto sulla frana della Loggia Amblingh lo scorso settembre. Sorvolo sugli attacchi personali (che sono un suo classico) di chi mi ha accusato di non conoscere un problema purtroppo noto a tutti i vastesi, ma non posso far finta di niente quando viene propinato ai vastesi un racconto pieno di imprecisioni e omissioni. E direi anche di falsità…

Ii Vicesindaco ci aveva parlato con toni imperativi di un "progetto approntato", di "fase esecutiva", di "800mila euro" che Regione e Stato "DEVONO" dare a Vasto.

Insomma, come se fosse tutto fatto, come se mancasse solo una firma, un'inezia burocratica. Ed i soldi occorrenti sarebbero subito arrivati! Un tipico fallo di confusione dell’assessore, che ieri è tornato sull'argomento, invocando l'intervento del governo e dei parlamentari vastesi, parlando di promesse da mantenere... fatte da chi, non si sa!

Testuali parole, il Vicesindaco ha detto questo: “Il Comune chiede ai nostri rappresentanti di Governo e alla Regione di adoperarsi e sbloccare i fondi già assegnati riaccendendo i riflettori su una città che ha bisogno di cure. Siamo stufi di aspettare. Stato e Regione mettano le firme che servono. Il problema è grave. E' arrivato il momento di passare ai fatti e cantierare ciò che è stato promesso mille volte.”

Ma noi del governo non promettiamo, noi facciamo: non ci appartiene l'abitudine di annunciare come certi dei progetti che non solo non sono ancora stati approvati, ma sono ancora ben lontani dal punto di partenza. Al contrario di quanto vorrebbe far credere l'assessore, sul progetto di consolidamento non ci sono mai state certezze e impegni vincolanti!

Ecco come stanno davvero, purtroppo, le cose: quest'anno i soldi per Vasto (e non so nel 2019) non arriveranno, perché il progetto deve essere ancora inserito in un elenco di finanziamenti veri e validi. E vi spiego il perché.

Andiamo al febbraio 2017, alla Delibera di Giunta Regionale 34 sugli interventi di difesa idrogeologica del territorio abruzzese.

Gli interventi da realizzare su frane, alluvioni, erosione costiera, quelli che verranno finanziati, vengono classificati per gravità di rischio e divisi in due elenchi, A e B, per un totale di 40 milioni di euro.

Il progetto di “Completamento consolidamento del costone orientale zona Piazza Marconi - Loggia Ambling" NON è presente né nell'elenco A e né nell'elenco B.

17 aprile 2017, Delibera di Giunta regionale 169: il progetto di consolidamento per Vasto, dal valore di 800 mila euro, viene inserito nelle proposte di interventi per il Piano Frane da inviare al Ministero dell'Ambiente.

ATTENZIONE. Questa delibera non comporta alcun impegno di spesa da parte della Regione Abruzzo

Quindi fino ad aprile 2017 dell'anno scorso nessun progetto era inserito negli elenchi della Regione Abruzzo, poi siamo passati alla fase di semplice inserimento trasmesso al Ministero dell'Ambiente.

Ma questi soldi per Vasto, vi starete chiedendo, ci sono o non ci sono? NO, AL MOMENTO NON CI SONO!

Per avere lo stanziamento di 800.000 euro bisognerà attendere la firma del 3° atto Atto integrativo all'Accordo di Programma fra Ministero e Regione (quello che aumenta gli stanziamenti, insomma).

Nel momento in cui si formalizzerà questo accordo, le risorse - secondo me - saranno utilizzate a completamento delle Convenzioni e quindi della loro sottoscrizione di quei Comuni di cui all’elenco dell'Allegato B della DGR 34 del 2017, fra cui Guilmi, Fresagrandinaria, San Giovanni Lipioni, Roccaspinalveti e Casalbordino. E quindi, torno a ripetere: almeno per il 2018 (e chissà per il 2019) non ci saranno soldi per il comune di Vasto.

Quindi chi è causa del suo mal pianga se stesso! L’amministrazione comunale di Vasto è a guida PD, la Regione Abruzzo a guida PD. La partita ve la siete giocata tra di voi. E se il comune di Vasto non ha raggiunto il proprio obiettivo, non ci provi nemmeno a scaricare le colpe sul nostro governo: i fatti che ho elencato smentiscono le accuse in modo evidente. Il nostro governo, anzi, aumenterà a 63 milioni e mezzo di euro i fondi disponibili per gli interventi sul territorio abruzzese.

Le elezioni regionali del 10 febbraio si avvicinano: se i cittadini abruzzesi ci daranno la loro fiducia e se l'Abruzzo diventerà la prima Regione a 5 Stelle, come sono convinto che accadrà, toccherà a noi risollevare Vasto e risolvere, fra i tanti, anche questo disastro causato dalla mancanza di concretezza del Pd locale."

Gianluca Castaldi - Portavoce M5S in Senato