Residence Rossetti: "Finalmente il Comune agisce, con 3 anni di ritardo"

"Auspichiamo che si faccia attenzione alla situazione della gru presente, di cui non si conosce lo stato di manutenzione"

Politica
Vasto giovedì 13 febbraio 2020
di La Redazione
Suriani e Prospero
Suriani e Prospero © vastoweb.com

VASTO. Abbiamo appreso, prima durante il Consiglio Comunale e poi dal solito comunicato del Comune, che il Sindaco Menna ha finalmente firmato l’ordinanza per la messa in sicurezza dell’area degradata del cantiere abbandonato del cosiddetto Residence Rossetti.

Ci sono volute tre interpellanze di Fratelli d’Italia, la prima delle quali datata 2017, per spingere l’amministrazione comunale a prendere un provvedimento dovuto, davanti a una situazione di evidente pericolo, tra lamiere che volano, bivacchi notturni, degrado e atti vandalici costanti. Eppure la relazione del vicesindaco Forte, in risposta alla nostra ultima interpellanza dell’11 febbraio, ci ha dipinto un quadro persino peggiore di quello che avevamo prospettato.

Ora il Comune faccia rispettare scrupolosamente l’ordinanza sindacale del 13 febbraio, che concede quindici giorni di tempo alla società proprietaria per rimettere in essere la recinzione e per ripristinare la sicurezza del fabbricato abbandonato, ponendo fine a una situazione di incuria e di pericolo, che da anni inquieta i cittadini residenti nella zona. Auspichiamo che si faccia particolare attenzione alla situazione della gru presente, di cui non si conosce lo stato di manutenzione, gru che si gira col vento, un giorno verso la Circonvallazione Histoniense e un altro verso il plesso scolastico del Liceo Classico.

Così in una nota i consiglieri del gruppo di Fratelli d’Italia, Vincenzo Suriani e Francesco Prospero.