"Seconda ambulanza H24 a Lanciano, la Giunta Regionale non mantiene l'impegno preso"

Taglieri: "Questo ritardo potrebbe costare la vita a qualcuno"

Politica
venerdì 14 febbraio 2020
di La Redazione
Ambulanza
Ambulanza © Vastoweb

ABRUZZO. La Giunta regionale ancora non dà seguito all’impegno preso sul servizio del secondo mezzo di soccorso 118 H24 nel territorio di Lanciano. Al di là della propaganda messa in atto dal centro destra, infatti, la seconda ambulanza è rimasta una parola sulla carta. Questo significa prendere in giro un intero territorio, mortificare il lavoro di chi, come me, si è battuto per questo servizio fondamentale da anni e, soprattutto, esporre a rischio numerosi cittadini che potrebbero non essere soccorsi nei tempi previsti dalla legge”

Ad affermarlo è il Vice Presidente della Commissione Sanità Francesco Taglieri che ribadisce “A seguito del nostro lavoro sul territorio e delle oltre 1300 firme raccolte, abbiamo ottenuto l’impegno per l’istituzione della seconda ambulanza per 12 ore giornaliere. Questo è stato solo un primo passo. La nostra battaglia è continuata senza sosta per ottenere il servizio per 24 ore al giorno. La necessità di una copertura totale del servizio è confermata anche dai numeri: il secondo mezzo, sia pure solo per 12 ore giornaliere, ha lavorato tantissimo, riducendo drasticamente i tempi medi di intervento, che prima non rispettavano mai gli 8 minuti in area urbana e 20 in area extra urbana, così come previsto dalla legge. E’ stato assicurato, quindi, un servizio efficiente al territorio anche alla luce della centralizzazione dei pazienti che, per alcune patologie di rilievo, come per esempio quelle cardiache, sono portati nelle strutture di Pescara e Chieti. Inoltre, è solo grazie alla seconda ambulanza che le chiamate non sono più dirottate sulle unità di Casoli/Atessa e di Ortona che, spostandosi, lasciavano sguarniti a loro volta i propri territori. Davanti ad un così sostanziale miglioramento del servizio di emergenza urgenza è facile capire che il servizio della seconda ambulanza deve essere attivo 24 ore al giorno. E la giunta regionale, dopo le nostre incessanti sollecitazioni, e anche con il parere favorevole della Agenzia Sanitaria Regionale, ha recepito la nostra istanza attraverso la Delibera numero 660 del 04 novembre 2019, che finalmente ha messo nero su bianco il tanto atteso “Adeguamento Sistema di Urgenza ed Emergenza Territoriale 118 con l’attivazione seconda postazione territoriale 118 nel Comune di Lanciano” per l’intera giornata. Non si capisce, quindi, il perché di questo ritardo, poiché dal punto di vista normativo sembra essere tutto pronto. Chiediamo quindi all’Assessore Verì di verificare quali siano le cause dei rallentamenti e una volta individuati di sopperire immediatamente a questa mancanza poiché il ritardo, in questo caso, potrebbe costare davvero la vita a qualcuno” conclude.