La minoranza: «La legislatura a Vasto non è mai iniziata»

"Da un inganno elettorale non poteva che discendere il nulla di una stucchevole amministrazione al ribasso"

Politica
Vasto martedì 18 febbraio 2020
di La Redazione
Consiglieri di minoranza
Consiglieri di minoranza © Vastoweb

VASTO. Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a firma dei Consiglieri comunali di opposizione Alessandra Cappa, Davide D'Alessandro, Alessandro d'Elisa, Guido Giangiacomo, Edmondo Laudazi, Francesco Prospero e Vincenzo Suriani:

"È alquanto paradossale pensare che Menna, Forte, Lapenna e soci si predispongano a varare un programma di fine legislatura per il futuro della nostra città. Perché paradossale? Ovvio e facile rispondere al quesito: la legislatura a Vasto non è mai iniziata. Ossia, da un “inganno” elettorale ben congegnato di svolta generazionale, abilmente celato dietro il sorrisetto sarcastico del primo cittadino, non poteva che discendere il nulla di una stucchevole amministrazione al ribasso.

Tutela della rendita di posizione improduttiva senza investimenti e clientelismo spinto sono stati e sono tuttora la stella di riferimento dell'azione di un obsoleto gruppetto di amministratori disinteressati, distratti e attenti solo al passare del tempo e ai relativi corrispettivi incassati per il disbrigo del proprio incarico. Nessuna difesa del territorio, nessuna manutenzione ordinaria della viabilità e dei servizi, deperimento delle condizioni di sicurezza e della qualità della vita, diminuzione dell'attenzione ai bisogni del cittadino. Pensare di poter invertire la rotta e recuperare la fiducia della popolazione con qualche investimento in opere pubbliche in fortissimo ritardo, significa pensare che aumenti il tasso di cittadini con l’anello al naso. La verità è invece un’altra: proseguirà lo stanco incedere della Giunta Menna-Forte-Lapenna verso l’appuntamento elettorale e finalmente i cittadini vastesi potranno archiviare il periodo più buio della storia della propria Città, dal dopoguerra a oggi, affidando il mandato e la rappresentanza a chi veramente avrà voglia di spingere Vasto verso un futuro migliore."