“I giovani si legano”: la Lega si confronta a Monteodorisio

Menna, De Santis e Verratti: “Rilanciare il nostro territorio, i giovani meritano un futuro migliore”

Politica
sabato 01 agosto 2020
di La Redazione
Più informazioni su
“I giovani si legano”: la Lega si confronta a Monteodorisio
“I giovani si legano”: la Lega si confronta a Monteodorisio © Vastoweb

MONTEODORISIO. “È stato un onore per me ospitare a Monteodorisio il primo incontro estivo del movimento giovanile. L’obiettivo dell’incontro – spiega il vicesindaco di Monteodorisio Angela Menna- è stato proprio quello di dare ai numerosi ragazzi del nostro paese un segno tangibile che nella Lega c’è tanta voglia di fare per rilanciare il nostro territorio, ma soprattutto per far tornare l’Abruzzo protagonista. Vogliamo dire basta al governo dei “no”, basta al governo delle poltrone, perché per noi l’onore e la dignità valgono più di ogni altra poltrona al mondo. Il futuro dei giovani si chiama lavoro, non assistenzialismo. Nessuna forma di assistenzialismo potrà mai sostituire la dignità. La presenza dell’on. Luigi D’Eramo, così come quella di assessori, consiglieri regionali e amministratori locali, nonché dei rappresentanti della Lega Giovani, è segno di una classe dirigente che ha voglia di ascoltare e confrontarsi con i cittadini per il bene esclusivo della nostra comunità. Continuiamo a lavorare per essere un punto di riferimento per quei tanti giovani che sperano in un futuro migliore. ”

Soddisfatti per l’iniziativa Francesco De Santis, responsabile Lega Giovani Abruzzo e Gloria Verratti, coordinatrice Lega Giovani della provincia di Chieti.

“Siamo sicuri che il gruppo Lega Giovani continuerà a crescere – osservano De Santis e Verratti - grazie ad una squadra forte, coesa e determinata, composta da ragazzi motivati e con i quali ci confrontiamo ogni giorno per diffondere sul nostro territorio valori e progetti della Lega. Stiamo iniziando a lavorare con attenzione anche su questo territorio, coinvolgendo i paesi limitrofi, con l’obiettivo di strutturare un gruppo giovanile sempre più solido. Abbiamo bisogno di giovani con il sogno di spendersi per il bene esclusivo della nostra terra. Vogliamo mantenere alta l’attenzione del Governo sulle politiche giovanili: siamo preoccupati per un Governo che ad oggi ignora la tragica condizione in cui si trovano studenti e giovani lavoratori. Non c’è più tempo da perdere: meno task force, più fatti concreti.”