"Menna umilia i dipendenti e i nostri giovani, presto arriverà la spallata da parte dei cittadini"

"Continuerò e continueremo a svolgere il nostro ruolo di controllo e stimolo"

Politica
sabato 17 ottobre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Alessandro d'Elisa
Alessandro d'Elisa © Vastoweb

VASTO. Riceviamo e pubblichiamo per conto del consigliere comunale Alessandro d'Elisa - Gruppo Misto:

"Il Sindaco di Vasto con il suo finto rinnovamento generazionale pensa di poter ingannare costantemente la città e i cittadini.

Tutti ricorderanno la finta presentazione di una giunta di giovani che poi si è artatamente trasformata ,

nella quasi totalità, e nei fatti in una giunta di “vecchi” amministratori in continuità con il suo predecessore Lapenna.

Ma come si dice: " il Lupo perde il pelo ma non il vizio" infatti, il Sindaco Menna falsamente vuol far passare il contratto di collaborazione professionale con un dipendente dell'Agenzia dell'Entrate in pensione come una prestazione virtuosa e gratuita per il Comune.

Come è possibile riscontrare dal contratto sottoscritto con il dott. Franceschini e nelle delibere e determine di incarico, il dipendente, già pensionato, ha diritto al rimborso spese per viaggio ( 90 Km) giornaliero, a 30.55 € per buono pranzo e alla copertura assicurativa INAIL e responsabilità civile contro terzi, nonché alle coperture assicurative contro gli infortuni e le malattie connesse allo svolgimento dell'attività di consulenza.

La sommatoria di tutte queste spese ammonta a circa 22.000 € anno che dovranno essere prelevate dalla casse del Comune e che il cittadino deve sostenere.

Ho proposto, non la spallata a Menna come lo stesso vuole far credere, esultando sulla stampa,

ma di annullare un impresentabile contratto con un neo dipendente già pensionato e di favorire il ricambio generazionale, dando la possibilità , attraverso selezione, a giovani professionisti che con tanto sacrificio hanno dedicato molto tempo allo studio ed all'accrescimento professionale.

Inoltre, ho chiesto di non umiliare e denigrare giornalmente i tanti dipendenti, bravi e preparati, presenti nei vari settori fra cui quello dei Tributi ed Entrate, che sono costretti a vedersi affiancati , coordinati o addirittura controllati da un ex dipendente dell'Agenzia delle Entrate in pensione.

In merito alla spallata voglio solo tranquillizzare il Sindaco e ricordandogli alcune cose: la prima è che le opposizioni hanno votato la proposta da me presentata in maniera compatta, nove su nove, mentre la maggioranza ha registrato fra i consiglieri delle assenze su un tema così tanto caro al Sindaco.

La seconda è che la spallata a lui ed al suo neoassunto pensionato dott. Franceschini gliela hanno già data l'organo di revisione dei conti del Comune di Vasto, rilasciando un parere sfavorevole al bilancio consuntivo 2019 anche per effetto di una cattiva capacità di riscossione, rilevata proprio a partire dagli ultimi due anni nei quali Menna ha messo in forze Franceschini.

Ed infine l'ultima è che la vera spallata a Menna e maggioranza gliela daranno tutti quei cittadini, quei ragazzi, quei genitori, padri e madri che fanno tanti sacrifici per far studiare i propri figli e che sono costretti ad assistere in maniera mortificante un Sindaco che assume "intuitu personae" dipendenti di 67 anni già in pensione;

Continuerò e continueremo a svolgere il nostro ruolo di controllo e stimolo, torneremo presto sull'argomento."

Alessandro d'Elisa - Gruppo Misto