"Aqualand: Quale futuro? Non rispettati gli impegni presi in Consiglio"

La minoranza: "Non c'è più tempo, la maggioranza ci dica come intende tutelare il patrimonio comunale"

Politica
venerdì 04 dicembre 2020
di La Redazione
Più informazioni su
Aqualand del Vasto
Aqualand del Vasto © Web

VASTO. “A distanza di quasi cinque mesi dall’approvazione all’unanimità del documento che, esprimendo contrarietà all’alienazione del Parco, impegnava il Sindaco, attraverso l’Avvocatura e gli Uffici Comunali, a: a) verificare il rispetto della convenzione da parte di entrambi i contraenti; b) valutare eventuali azioni legali da intraprendere a tutela degli interessi dell’Ente e del patrimonio comunale; c) riferire al Consiglio Comunale, entro il 30 settembre 2020, dell’esito degli accertamenti effettuati; l’amministrazione comunale non sembra aver assunto alcun provvedimento in merito al futuro del Parco e all’adempimento degli impegni che le sono stati affidati dal Consiglio Comunale il 15 luglio 2020”.

Sono i Consiglieri Comunali del centrodestra e dei movimenti civici a tornare sull’argomento “Aqualand” chiedendo, con un ordine del giorno presentato ai sensi dell’art. 90 del Regolamento del Consiglio Comunale, al Sindaco di rispettare gli impegni presi al cospetto dei cittadini Vastesi.

“Menna”, continuano i Consiglieri, “si era impegnato a riferire in Aula, entro la fine di settembre, in relazione a quanto richiesto all’unanimità dal Consiglio Comunale. Tuttavia, come al solito, non rispetta gli impegni presi e, ai sei mesi dalla scadenza della convenzione, non sa ancora dirci quali saranno le sorti del Parco, se ci sono stati degli inadempimenti da parte del concessionario (mancata apertura, pagamento dei canoni, realizzazione campo sportivo ecc) e, se esistenti, se ci saranno azioni legali a tutela degli interessi dell’Ente. Un atteggiamento, quello del Sindaco, incomprensibile e inaccettabile che mette a rischio il futuro della struttura che non è costata una lira alle casse dei Vastesi e che per decenni ha generato occupazione e economie per tutto il nostro territorio. Non c’è più tempo!” concludono i Consiglieri “ci dica Menna, nel prossimo Consiglio Comunale, cosa intende fare per tutelare il patrimonio Comunale e che futuro immagina per il nostro Parco Acquatico”

f.to Francesco Prospero

f.to Vincenzo Suriani

f.to Guido Giangiacomo

f.to Edmondo Laudazi

f.to Alessandro d’Elisa

f.to Alessandra Cappa

f.to Davide D’Alessandro