Il musicista Vittorio Sabelli lancia il suo appello a restare a casa in chiave punk

“La musica arriva dove le sole parole non riescono”

Spettacolo
martedì 10 marzo 2020
di La Redazione
Vittorio Sabelli: “La musica arriva dove le sole parole non riescono”
Vittorio Sabelli: “La musica arriva dove le sole parole non riescono” © personale

VASTO. Girano sui social video ormai diventati virali che mostrano i luoghi di ritrovo italiani pieni di giovani che, nonostante le restrizioni, non rinunciano ad uscire.

A mobilitarsi per sensibilizzare i cittadini a rispettare le regole, da ieri sera particolarmente restrittive, sono i cantanti.

Da Tommaso Paradiso a Vasco Rossi e Jovanotti, questi artisti stanno invitando i fan al rispetto delle regole.

Tutti uniti al grido di "restate a casa" e nondimeno da noi qualcuno si è aggiunto a queste voci.

Si tratta di Vittorio Sabelli, musicista sansalvese, che dalla sua pagina social “Punkovid-19”, dal titolo della canzone, ha lanciato il suo personale appello.

“Il rischio contagio è un grande disagio” e poi “son giorni pesanti, non date di matto, ascoltate gli esperti ed evitate il contatto”, questo l’attacco del suo pezzo.

E inoltre scrive: “Se pensi anche tu che la musica arrivi dove le sole parole non riescono, condividi questo video e magari molta più gente prenderà coscienza. Solo uniti si vince!”.

Stefan Traunmüller si è occupato del missaggio, Valeria Di Nanno e Sonia Bellini della realizzazione del video.