Nasce ufficialmente il settore giovanile della Vastese Calcio

Il progetto prenderà il via a partire dal prossimo 1° luglio

Altri Sport
sabato 12 giugno 2021
di Francesco Di Fonzo
Nasce ufficialmente il settore giovanile della Vastese Calcio
Nasce ufficialmente il settore giovanile della Vastese Calcio © Vastoweb

VASTO. Nasce ufficialmente il settore giovanile della Vastese Calcio. Come già annunciato nella giornata di giovedì con un comunicato, dal prossimo 1° Luglio prende vita l’ambizioso progetto, illustrato nel corso della conferenza stampa di presentazione dalla triade composta dal presidente Franco Bolami, il vicepresidente Luigi Salvatorelli ed il ds Giuseppe De Cillis presso la Sala Stampa dello stadio Aragona.
 

Apre le danze il numero uno del club biancorosso:“Siamo partiti da una situazione disastrosa ma guardiamo sempre avanti. Il primo passaggio è stato il pullman vastese biancorosso, importante per l’immagine della città. Il secondo è stato pensare ad una Srl, perché la Vastese deve essere costituita da più imprenditori, deve poter crescere. Il terzo punto è il settore giovanile, che oggi partirà ufficialmente. Un percorso che intraprenderemo con il vicepresidente Luigi Salvatorelli e il direttore sportivo Giuseppe De Cillis. Un percorso difficile, perché in questo periodo nulla è facile. Questa è la chiusura del cerchio, purtroppo siamo troppo abituati a pretendere, ma nella vita le cosa bisogna sudarsele con il lavoro, e noi siamo dei grandi lavoratori. Devo ringraziare i miei dirigenti, che da diversi anni ci accompagnano in questo percorso. Quest’anno forse entreranno altri due soci, ma devono capire questo progetto, questa famiglia. L’obiettivo è riportare questa squadra dove merita. I tifosi sono molto sanguigni, li ringrazio sempre per la loro passione, ma vogliono tutto e subito. Io li capisco, ma adesso ci vuole unione per questo progetto”.

Sul mister D’Adderio: “Noi siamo contenti, è un allenatore che ha fatto bene, che conosce la piazza, se dovesse rimanere saremmo già avanti di un buon 30% sulla tabella di marcia. Parleremo la prossima settimana, vogliamo capire le sue intenzioni per poter programmare. Dobbiamo sederci ad un tavolo e valutare le rispettive esigenze. Da quanto mi ha già anticipato, la volontà di continuare insieme c’è da parte di ambedue le parti”.

Sull’incidente nel post gara con il Notaresco: “Ho buoni rapporti con tutti i presidenti, sono cose che non dovrebbero succedere. Da parte nostra le porte sono sempre aperte, c’è la volontà di ricomporre i rapporti”.

Prende la parola il vicepresidente Luigi Salvatorelli: “Come ha detto il presidente Bolami, siamo in crescita, lo step definitivo è la partenza del settore giovanile, in un progetto che comprenderà tutti i campionati: Primi Calci, Pulcini, Esordienti, Giovanissimi, Allievi e Juniores.
Stiamo investendo molto su questo progetto, abbiamo chiesto al comune di Vasto un adeguamento dello stadio Aragona, stiamo cercando di crescere nel modo giusto. Ogni ragazzo tesserato avrà poi la stessa matricola del giocatore di Serie D. Cercheremo di fare il meglio possibile, saremo circondati dai migliori allenatori sul mercato, ogni collaboratore avrà un ruolo e compiti ben definiti. Come direttore sportivo avremo Giuseppe De Cillis che è un esperto del calcio giovanile e dell’alto vastese. Faremo poi una seconda conferenza stampa dove presenteremo i vari staff. Stiamo pensando a due pulmini appositamente per accompagnare i ragazzi agli allenamenti, ci circonderemo di psicologi e medici sportivi. Partiremo come da regolamento dai campionati provinciali, che affronteremo con il miglior prodotto possibile e che cercheremo subito di vincere”.


Sui rapporti con le scuole calcio: “In questi anni la Vastese Calcio ha avuto collaborazioni importanti con le società locali. Ringraziamo la Virtus Vasto per quello che ha fatto, ma come da contratto il 30 Giugno con pacifico accordo le strade si separeranno”.

Sulla progettualità sportiva: “Il nostro obiettivo è vedere ragazzi che sono cresciuti nel settore giovanile esordire in prima squadra, senza andare a cercare fuori quota in altre società. Vogliamo arrivare tra i professionisti”.

Sulle strutture: “Utilizzeremo tutte le strutture di Vasto: il campo del 167, i campi dei Gabrielini, ci appoggeremo anche su San Salvo e sul terreno del Vasto Marina se necessario. Il nostro regno sarà però lo stadio Aragona”.

Chiude il direttore Giuseppe De Cillis: “E’ giunto il momento di partire con questa nuova avventura, non è facile ma c’è molta voglia, entusiasmo e questo ci porterà a fare bene. Dobbiamo rimboccarci le maniche e remare tutti nella stessa direzione, con professionalità”.