Andrea Iannone fermato da una infezione nella terza giornata di test a Sepang

Il pilota vastese: "Non sono in condizione per svolgere il mio lavoro al meglio e così è anche rischioso"

Altri Sport
Vasto venerdì 08 febbraio 2019
di La Redazione
Più informazioni su
Andrea Iannone in sella alla sua Aprilia
Andrea Iannone in sella alla sua Aprilia © Andrea Iannone

SEPANG. Manca poco all'avvio della stagione 2019 della MotoGp con la prima gara che è prevista per il 10 marzo a Doha.

Nella prima giornata di test sulla RS-GP 2019 a Sepang il vastese ha effettuato 36 giri, facendo registrare il 21° posto con il tempo di 2:01.249. Ieri ha percorso invece 39 giri, fermandosi ad 1″6 dalla vetta e a quattro decimi dal miglior passaggio del compagno di squadra Aleix Espargaro.

Come riportato da Corsedimoto.com l'abruzzese ha dichiarato: “Sono un po’ scarico di energie a causa di una cura di antibiotici” ha aggiunto Andrea Iannone, “ma sono abbastanza soddisfatto del lavoro fatto in questa prima giornata. So che dobbiamo crescere e sono totalmente concentrato nel dare le giuste indicazioni ai tecnici. I ragazzi di Aprilia hanno fatto un buon lavoro, nonostante il poco tempo intercorso hanno migliorato la moto rispetto ai test di fine anno. Il nostro cammino è appena iniziato ma abbiamo le idee piuttosto chiare, lo sviluppo richiederà uno sforzo da parte di tutti, definendo le priorità su cui focalizzare il nostro lavoro”.

Oggi invece il pilota dell'Aprilia non è sceso in pista in Malesia nella terza giornata dei test poiché è alle prese con una infezione che ne ha minato la condizione fisica come confermato da lui stesso: "Non sono in condizione per svolgere il mio lavoro al meglio e così è anche rischioso". Al suo posto per l’Aprilia c’è Bradley Smith: "E' meglio che sia lui ad occuparsi dei test, abbiamo tante cose da provare".

Ora l'obiettivo del vastese è di rimettersi in forma in vista degli ultimi collaudi prima dell'avvio della stagione e che sono previsti per dal 23 al 25 febbraio in Qatar.