​L’Afor Tennistavolo Vasto pareggia entrambi gli incontri e perde la testa della classifica

Non brillano in casa le atlete vastesi che soffrono troppo e faticano contro avversarie assolutamente alla portata.

Altri Sport
Vasto martedì 12 novembre 2019
di La Redazione
Più informazioni su
​L’Afor Tennistavolo Vasto pareggia entrambi gli incontri e perde la testa della classifica
​L’Afor Tennistavolo Vasto pareggia entrambi gli incontri e perde la testa della classifica © Vastoweb

VASTO. Giornata sotto tono per le atlete abruzzesi della AFOR tennistavolo Vasto che non perdono ma pareggiano entrambi gli incontri. 2 punti che stanno stretti alle nostre che di fatto perdono così la testa della classifica.

Il primo incontro delle 11,00 contro la prima in classifica “Eureka Roma” tutto sommato decreta un risultato giusto per come si erano messe le cose.

Pur non brillando e pur perdendo incontri tutto sommato più che alla loro portata, conseguono un pareggio che sembrava, se non compromesso, di difficile realizzazione.

Le sconfitte di Giulia Ciferni su Maria Alejandra Rojas e di Margherita Cerritelli contro l’emergente Giulia Varveri che ha anche la meglio anche sulla meno attrezzata Marzia Comparelli portano il risultato sul 3 a 2 in favore delle romane.

L’incontro finale rimette le cose in equilibrio e vede la vittoria sofferta di Marzia Comparelli su Sara Varveri che con un sudato 3 a 2 rimedia agli errori marchiani della Cerritelli e della Ciferni permette alle nostre di mantenere ancora la testa della classifica insieme alle romane.

Il vero passo falso è quello commesso nel pomeriggio nel secondo incontro della lunga giornata e che vedeva contrapposte le nostre alla formazione de “l’Azzurro Molfetta”, compagine che anche nello scorso campionato non ha mai creato particolari difficoltà alle atlete di casa.

I primi due incontri vengono archiviati senza problemi da Giulia Ciferni e Margherita Cerritelli rispettivamente su Nicoletta Minervini e Sara Minervini mentre la Comparelli subisce un sonoro 3 a 0 dalla più esperta Doriana Di Giovanni.

Il secondo incontro della Ciferni contro Sara Minervini porta le padrone di casa su un atteso 3 a 1 che sembrerebbe condurre verso un esito solo apparentemente scontato poiché l’ennesimo confronto tra la Cerritelli e la Di Giovanni che ha sempre visto la player nostrana prevalere, questa volta riserva un finale diverso ed amaro.

La Cerritelli, apparsa da subito sotto tono, non riesce a far emergere il bagaglio tecnico che la differenzia dall’avversaria, subendo l’iniziativa della stessa e non apparendo in grado di trovare le soluzioni necessarie a farla prevalere.

3 a 1 in favore della Di Giovanni è il risultato finale che porta il risultato generale sul 3 a 2, sempre in favore delle nostre ma che incomincia a far presagire la possibilità di perdere la testa della classifica. L’ultimo incontro della giornata vede la competizione tra la Comparelli e la Minervini.

Nonostante il risultato dello stesso incontro nello scorso anno avesse visto prevalere la vastese e facesse ben sperare, la storia questa volta appare da subito possa avere un esito diverso. Infatti l’atleta nostrana produce una prestazione assolutamente non all’altezza perdendo nettamente i primi due set. Nel terzo ed ultimo set l’atleta locale, pur affrontando il confronto con piglio diverso, comunque non riesce ad effettuare il capovolgimento di fronte che tutti in quel momento attendevano. Un lungo terzo set che con un risultato di 16 a 14 in favore di Sara Minervini condanna l’AFOR al Pareggio ed i nostri al secondo posto in classifica.

“Una prestazione assolutamente non all’altezza” è il commento del Presidente Stefano Comparelli che aggiunge: ”forse si è sentita troppo la pressione del giocare tra le mura di casa, forse abbiamo caricato le ragazze di troppe aspettative, non so, certo è che si poteva e si doveva fare molto di più. Adesso non sono più concessi passi falsi però. Alla trasferta di Roma del 24 novembre dovrà andare nei prossimi giorni la massima attenzione. Noi disputeremo incontri non proibitivi contro Il “Casper “ di Reggio Calabria e contro le altre romane dell’ “EOS Roma Princesses” ma l’incontro di cartello è rappresentato dallo scontro tra le due nostre avversarie dirette ovvero l’”Ennio Cristofaro Casamassima” e l’Eureka Roma”.