Pronostici stagione MotoGP: si parte dal Qatar

Occhio alla Ducati e ad eventuali sorprese

Altri Sport
giovedì 20 febbraio 2020
di La Redazione
Pronostici stagione MotoGP: si parte dal Qatar
Pronostici stagione MotoGP: si parte dal Qatar © Web

ABRUZZO. Un altro Mondiale dominato da Marc Marquez e una prospettiva secondo cui la Honda non dovrebbe avere cali nemmeno nella prossima stagione. Così si può definire l’edizione 2020-2021 del Motomondiale che sta per prendere il via, per la gioia ovviamente di tutti gli appassionati di questa competizione.

Ovviamente, neanche nella prossima stagione mancheranno i colpi di scena, ma è indubbio che i panni del favorito non possono che essere indossati da Marc Marquez. Lo spagnolo, infatti, ha intenzione di ripetersi ancora una volta e di lasciare tutti i suoi avversari solo con le briciole. Anche i fan delle scommesse sono particolarmente attivi sulla MotoGP: per scommettere sulla vittoria di un altro tra i candidati al titolo che possa insidiare Marquez, le quote proposte sono davvero interessanti. Uno dei migliori consigli da seguire è certamente di sfruttare uno dei tanti bonus scommesse offerti da vari bookmaker come GD. Si tratta di bonus che si possono ottenere semplicemente con la creazione del conto di gioco, ma è sempre meglio verificare quali siano i requisiti di gioco da rispettare prima di scegliere una o l’altra piattaforma.

Si parte dal Gp del Qatar

Si partirà dal Gran Premio del Qatar e sarà una gara molto complicata da decifrare, soprattutto per via del fatto che tutti se la dovranno vedere con Marc Marquez. C’è da dire, però, come siano principalmente due i candidati a mettere i bastoni tra le ruote al centauro spagnolo. Stiamo facendo riferimento a Quartararo e Maverick Vinales.

Dando uno sguardo ai primi test che si svolti a Sepang, si tratterà senz’altro di una stagione molto lunga e complicata. È dal 1991 che questo tracciato è presente all’interno del calendario di questa competizione: nel corso degli ultimi sette anni, è stata la Honda a vincere ben cinque volte, mentre la Ducati ha trionfato nelle altre due occasioni. Il feeling che Marc Marquez ha con questa pista è davvero elevato. Proprio in virtù di tutti questi dati, vedere come le Yamaha abbiano approcciato al nuovo anno, ha stupito diversi addetti ai lavori.

Infatti, proprio Quartararo è risultato essere uno dei più in palla nelle prime prove libere, mentre hanno rispettato le aspettative le Yamaha, anche se Vinales è finito per terra, senza però incappare in alcuna conseguenza grave dal punto di vista fisico. Test importanti anche per la coppia Ducati, con Dovizioso che ha finalmente potuto provare in pista la nuova carena.

Occhio alla Ducati e ad eventuali sorprese

Anche la Ducati scenderà chiaramente in pista per vincere, tenendo conto di come la rossa abbia ancora delle problematiche da risolvere e dei gap necessariamente da accorciare. Dovizioso, però, ormai è un pilota che è giunto al culmine della sua maturità e ha tutte le carte in regola per poter ambire al titolo mondiale, provando a rompere l’egemonia spagnola.

Nella stagione 2020, i Gran Premi che i piloti dovranno affrontare saranno ben 20. Come detto, il primo appuntamento sarà in Qatar, il prossimo 8 marzo. Non mancherà anche il solito, grande appuntamento per i tifosi italiani, dato che il tracciato del Mugello è stato conservato anche quest’anno. Si svolgerà a settembre, invece, il Gp di San Marino sul circuito di Misano. Molto interessante l’aggiunta del Gp della Finlandia, che rappresenta un po’ un’incognita per tutti e si terrà a metà luglio.

Valentino Rossi è chiaramente indietro nelle quote dei bookmakers, visto che ormai anche per lui l’età avanza e potrebbe essere l’ultimo anno in sella. Il Dottore ci tiene a dimostrare come non sia finito, ma attualmente la quota che vede come vincitore finale del Mondiale Rossi è salita a ben 26 volte la posta. Attenzione alle sorprese Rins, Morbidelli e Petrucci, che potrebbero scompigliare le carte nella corsa verso il titolo.