"La Vasto Basket ha un progetto ambizioso, ma bisogna restare umili"

La squadra di coach Di Salvatore è tornata a lavoro

Basket
martedì 07 settembre 2021
di Francesco Di Fonzo
"La Vasto Basket ha un progetto ambizioso, ma bisogna restare umili" © Vastoweb

VASTO.  La Vasto Basket torna finalmente al lavoro. Nella serata di ieri, alle ore 19.00, i ragazzi di coach Di Salvatore si sono ritrovati al PalaBcc per il consueto raduno precampionato.

Un’ ottima occasione per conoscersi, illustrare i programmi della preseason 2021-2022, ed iniziare a creare lo spirito di gruppo. Da domani invece si inizierà a fare sul serio, ma non sul parquet del palazzetto, che resterà polo vaccinale ancora per un po’, bensì ai Salesiani, che ospiteranno nuovamente il roster biancorosso.

Si prospetta un anno difficile, c’è sempre il rischio di tornare in zona gialla. Giocare senza pubblico, non poter andare in trasferta, è un qualcosa che non ci piace” precisa immediatamente il presidente Giancarlo Spadaccini. “Festeggiare il 50° anno di attività in condizioni tanto particolari non mi rende affatto felice. Avrei voluto una stagione con gli abbonamenti, il pubblico, le televisioni, gli sponsor. Invece probabilmente sarà un annata ristretta. Non dobbiamo però fasciarci la testa, l’importante è essere consci delle difficoltà e prepararci bene”.

Il 20 Settembre dovrebbe essere il giorno giusto per il ritorno al PalaBcc, come confermato anche dal sindaco Francesco Menna, che ha voluto presenziare all’evento, e fare il suo in bocca al lupo alla squadra:

Ringrazio di cuore la società che ha acconsentito all’impiego del palazzetto come punto vaccinale. Il numero di dosi da inoculare diminuisce progressivamente, quindi una struttura di tali dimensioni non ha più senso di esistere. Anche perché i costi fissi sono molto alti. Domani (oggi per chi legge) avrò un’ importantissima riunione con il prefetto ed il direttore generale dell’ASL proprio per pianificare questo trasloco. Quanto ai ragazzi, ovviamente farò il tifo per voi”.

Anche il Ds Luigi Cicchini ha voluto far sentire la propria vicinanza alla squadra:

“Prima di tutto voglio ringraziare i ragazzi che hanno partecipato alla Coppa del Centenario, è stata una grande dimostrazione di attaccamento alla maglia. Quanto al campionato di quest’anno, sicuramente non sarà semplice, è livellato verso l’alto da quello che abbiamo potuto vedere in questi mesi. Sono però convinto che il lavoro fatto in estate sia stato ottimo. La sinergia con Sandro ci ha permesso di costruire un’ottima squadra, con il giusto mix tra conferme e nuovi innesti. La società, a partire da me, è a disposizione per qualsiasi cosa”.

Una rosa all’insegna della linea verde quella dei biancorossi, con tanti ragazzi del 1999 e del 2000, a cui si aggiungono un 2002, Luca Marchesani, ed un 2003, Alessandro Delle Donne. Cestisti di talento, ormai da anni nel giro della prima squadra, che avranno adesso la possibilità di “farsi le ossa” su un palcoscenico prestigioso come quello della Serie C Gold. Quello della Vasto Basket è un progetto ambizioso ma come chiarisce fermamente coach Di Salvatore, è necessario restare umili:

Innanzitutto voglio dare il benvenuto a chi è appena arrivato ed è nuovo di questo ambiente. Ai ragazzi chiedo comprensione, soprattutto per quanto riguarda gli alloggi. So bene che quando si arriva da realtà diverse, senza avere una sistemazione ben definita, può essere complicato. Cerchiamo però di adattarci, di iniziare nel migliore dei modi, lavorando seriamente. Alla società invece raccomando di restare con i piedi per terra, senza dare false illusioni. Ricordo che in passato i risultati migliori sono arrivati quando l’obiettivo dichiarato era la salvezza. Noi certamente non dobbiamo vincere il campionato. Nei prossimi anni io vorrei provarci, poi chissà, non si può mai sapere”.

Ieri l’intero gruppo squadra ha completato il giro di tamponi, risultati tutti negativi. Nella giornata di oggi si svolgeranno invece le visite mediche.