La Vastese risorge all'Aragona, battuto 3-1 il Vastogirardi

Per i biancorossi a segno Martinez, Lenoci e Diarra su rigore

Calcio
domenica 24 gennaio 2021
di Federico Cosenza
La Vastese risorge all'Aragona, battuto 3-1 il Vastogirardi
La Vastese risorge all'Aragona, battuto 3-1 il Vastogirardi © Vastoweb

VASTO. Dopo 7 giornate la Vastese torna alla vittoria e sale quota 13 in classifica. I locali con un netto 3-1 regolano un Vastogirardi che era in un ottimo momento e che si ferma dopo una lunga striscia di risultati utili.

LA PARTITA. Nei biancorossi cambio di modulo per mister D’Adderio che schiera un 4-4-2. Assenti Martiniello e Sorgente per infortunio, Di Prisco per squalifica. In panchina gli ultimi arrivati Ciafardini, Diarra e Mamona.

Negli ospiti Prosperi schiera un 3-4-2-1 con l’ex Virtus Vasto Donatelli che va in panchina.

Dopo le prime iniziali fasi di studio la prima occasione e’ per i padroni di casa. All’11’ Solimeno la piazza con il piede meno favorevole e la mette a lato di un soffio.

Pressione alta dei locali che al 14’ passano. Martinez spalle alla porte in acrobazia batte Guerra per l’1-0.

Al 16’ Bernardi trova un gol di testa di rara bellezza dopo una grande torsione, il direttore di gara annulla per una presunta spinta.

Al 20’ punizione per i molisani dalla distanza, Di Rienzo si distende e devia in angolo.

Al 25’ MerKaj protegge un pallone e illumina per Guida. Il numero 10 converge in area e viene toccato da Lenoci. Per l’arbitro non ci sono dubbi e assegna il penalty. Sul dischetto va il numero 9, l’attaccante albanese spiazza l’estremo biancorosso e fa l’1-1.

Al 37’ contatto dubbio in area molisana, Tartarone lascia correre e ferma il gioco per un presunto fuorigioco di Bernardi. E’ questa l’ultima azione del primo tempo.

Nella ripresa i biancorossi partono subito forte e dopo appena 4 minuti trovano il gol del vantaggio con Lenoci. Bravo il numero 7 a raccogliere un traversone proveniente dalla sinistre e a battere Guerra per il 2-1. Questa la conclusione al rallentatore che entra nonostante una deviazione della difesa molisana.

Al 34’ Di Filippo recupera un pallone dopo un pressing asfissiante e converge in area. Il difensore viene toccato e l’arbitro assegna il penalty. Sul dischetto va il neo entrato Diarra che con freddezza fa 3-1. Partita in discesa ora per i locali.

Da qui a fine gara non succede altro la Vastese torna grande nella propria tana dopo una partita grintosa e attenta, i molisani pagano dazio all’Aragona ma esco dal terreno di gioco a testa alta.

VASTESE – VASTOGIRARDI: 3 – 1

Reti: 14’pt Martinez (V), 26’pt Merkaj (VG), 5’st Lenoci (V), 35’st Diarra su rigore (V)

VASTESE: Di Rienzo, Di Filippo, Altobelli, Barbarossa, Obodo, Diallo, Lenoci (49’st Ferramosca), De Angelis (23’st Diarra), Bernardi (39’st Valerio), Martinez (30’st Mamona), Solimeno (30’st Meola). A disposizione: Boccanera, Ciafardini, Gentile, Cardinale. All.: D’Adderio

VASTOGIRARDI: Guerra, Guglielmi, Pacciardi, Mele, Ruggieri (39’st Gentile), Raucci, Minchillo (12’st Cagnale), Pesce, Merkaj, Guida, Salatino (12’st Bruni). A disposizione: Tzafestas, Lucarino, Acunzo, Fraraccio, Donatelli, Fioretti. All.: Prosperi

Arbitro: Emanuele Tartarone di Frosinone con Maroni di Fermo e Galieni di Ascoli Piceno

Ammoniti: Pesce (VG)