Leonetti e Sbardella affondano il Matelica, all'Aragona termina 2-1

Nel finale di gara Angelilli a segno per i marchigiani, espulso il segretario Franco Nardecchia

Calcio
Vasto domenica 06 gennaio 2019
di Federico Cosenza
Più informazioni su
in foto Leonetti, Sbardella e Kone
in foto Leonetti, Sbardella e Kone © Vastese Calcio

VASTO. Nella prima della 2019 Leonetti e Sbardella regalano la seconda vittoria consecutiva alla Vastese, contro un Matelica punito dopo una gara senza infamia e senza gloria ed in cui ha centrato anche due pali.

Negli abruzzesi seconda panchina consecutiva per capitan Fiore, al suo posto gioca Kone. La novità e' la partenza di Russo dal primo in luogo di Stivaletta. Assente per infortunio Giampaolo. Nei marchigiani spazio fin da subito per l'ex Bittaye.

LA CRONACA. Primi 10 minuti di studio. AL 14esimo arriva la prima occasione della gara ed e' per la Vastese. Russo calcia di prima intenzione, la sua conclusione viene respinta. Sugli sviluppi dell'azione ci prova anche Palestini che dal limite calcia strozzando la conclusione che va a lato.

La risposta del Matelica arriva al 18esimo da un calcio d angolo di Lo Sicco che si infrange sulla parte superiore della traversa con Patania preso in controtempo dalla traiettoria.

Al 20esimo contatto in area del Matelica, per l'arbitro Simone Piazzini di Prato e' simulazione e Palestini viene ammonito.

Gli ospiti crescono e al 25esimo sfiorano il gol. Dopo un' azione insistita la palla arriva a Bittaye che da dentro l'area controlla e calcio a giro, Patania si salva perché la sfera finisce sul palo alla sua sinistra.

Spingono i marchigiani che guadagnano un calcio di punizione dopo un errore in impostazione degli Aragonesi. E' il 34esimo Lo Sicco conclude con la sfera che supera di poco la traversa.

Al 36esimo si rivede la Vastese. Leonetti calcia poco coordinato da buona posizione, tutto facile per Avella.

Il primo tempo sembra destinato finire in parità, ma all’ultimo assalto i padroni di casa passano. Palla proveniente da corner, Shiba in mischia conclude con la palla che impatta sul palo, Avella prova a metterci una pezza, ma Sbardella e' il più lesto e con un tocco morbido supera l'estremo marchigiano. 1-0, si va al riposo con questo risultato.

Nella ripresa il Matelica si butta in avanti e viene punito. Lancio lungo a cercare Leonetti. Il numero 11 si incunea in mezzo a due e dopo aver controllato di petto calcia di mezzo esterno superando Avella per il 2-0. Per l’attaccante barese e' il 12esimo gol stagionale.

All’ ottavo Florian per gli ospiti gira al volo da dentro l'area di rigore, bello il gesto tecnico, ma non la mira, palla alta.

Ancora Matelica in avanti al 25esimo, si salva Patania sulla conclusione del numero 8 Pignat.

Passano 3 minuti, Florian su punizione disegna una traiettoria velenosa su cui L'estremo di casa si distende e deviata a lato.

Al 32esimo si infortuna Russo e lascia il campo, al suo posto entra Stivaletta.

Minuto 35 Shiba tenta la torsione, la conclusione e' debole e centrale. Tutto facile per Avella.

Al 42esimo Stivaletta parte in contropiede ed ha sui piedi la palla per chiudere la gara definitivamente, ma la conclusione in diagonale sfila di pochissimo a lato.

Al 47esimo l'arbitro assegna un calcio di punizione a due nell'area di rigore della Vastese per una dubbia leggerezza di Patania. Angelilli indovina l'angolo e accorcia le distanze. 2-1.

Nel fiinale di gara espulso il segretario della Vastese, Franco Nardecchia.

Da qui alla fine non succede altro e dopo sei minuti di recupero all'Aragona termina 2-1 per i locali.

Per i biancorossi 6 punti nelle ultime due gare e finalmente si e’ vista una squadra in grado di soffrire e punire gli avversari al momento giusto, per il Matelica continua il momento no, in tre gare raccolto solo un punto con la vetta che si allontana.