​All’Aragona passa il Cesena: Vastese sconfitta 1-2

Stivaletta apre, poi doppio Alessandro su rigore. Biancorossi furiosi con l’arbitro per i due penalty dubbi assegnati ai bianconeri

Calcio
Vasto domenica 14 aprile 2019
di Christian Dursi
Più informazioni su
​All’Aragona passa il Cesena: Vastese sconfitta 1-2
​All’Aragona passa il Cesena: Vastese sconfitta 1-2 © Vastese Calcio

VASTO. È una Vastese sfortunata quella che nella 35ª giornata del Campionato di Serie D girone F ha perso allo stadio Aragona contro la capolista Cesena.

Gli ospiti, sostenuti da oltre duecento tifosi giunti da Cesena, hanno portato a casa 3 punti decisivi in ottica promozione grazie a due rigori realizzati da Danilo Alessandro che hanno ribaltato il vantaggio inziale della Vastese firmato da Stivaletta sul finale di primo tempo.

Ad avvio gara è stato ricordato con uno striscione il tifoso biancorosso Giovannino e rispettato un minuto di raccoglimento in onore di Silvio Nardecchia, fratello del segretario della Vastese Franco, scomparso in settimana.

LA PARTITA. Partono meglio gli ospiti che al 4' sfiorano il goal su un cross dalla sinistra di Valeri con Biondini che calcia alto da due passi dalla linea della porta.

All’11 si fa vedere la Vastese con un destro da fuori area di Stivaletta, che Benassi devia in angolo.

Al 30' ci provano ancora i biancorossi con Shiba che calcia in porta da buona posizione, ma il tiro è debole e la palla diventa facile preda per Agliardi.

Al 45’ la Vastese trova il vantaggio sfruttando un errore clamoroso di Munari che regala palla a Stivaletta davanti ad Agliardi che non può nulla.

Si va dunque al riposo con la Vastese avanti 1-0.

Nella ripresa il Cesena agguanta il pari dopo pochi minuti: al 4’ in una mischia l’arbitro vede un fallo di Patania su Visconti e assegna il penalty. Dal dischetto va Alessandro che sigla il goal dell’1-1.

Il Cesena, rinvigorito dalla rete del pareggio, attacca con continuità: al 7' Benassi prova la sciabolata da fuori area. Patania si distende e devia la sfera.

All’11’ Tortori in area prova la girata in acrobazia ma Patania risponde presente.

Al 24' si verifica l’episodio decisivo della gara: contatto a limite dell’area su Tortori, il direttore di gara stabilisce che il fallo è avvenuto all’interno dei sedici metri e assegna il secondo rigore giornaliero al Cesena. Sul dischetto si presenta nuovamente Alessandro che batte Patania realizzando il goal del sorpasso.

Negli ultimi venti minuti i biancorossi provano a riacciuffare il pareggio ma nonostante gli ultimi disperati tentativi il risultato non cambia e la partita termina 2-1 per il Cesena.

All’Aragona il divario in classifica tra le due squadre non si è fatto sentire, ma sul risultato finale hanno inciso in modo determinante le decisioni del fischietto Frascaro, che ha concesso al Cesena due rigori molto discutibili. Vibranti le proteste dei padroni di casa che hanno contestato entrambi i calci dagli undici metri, in modo particolare il secondo, sul quale ravvisavano un contatto avvenuto decisamente fuori dall’area di rigore.

Si interrompe dunque dopo 3 vittorie di fila la striscia positiva della Vastese, che si vede sfumare nel secondo tempo un’impresa che sarebbe stata meritata in virtù della prestazione offerta.

Giovedì prossimo, nel turno infrasettimanale, la squadra di Mister Papagni sarà impegnata in casa del Castelfidardo, ultimo in classifica, dove in caso di vittoria potrebbe chiudere il discorso salvezza con tre giornate di anticipo.

VASTESE-CESENA 1-2

Reti: 45’ pt Stivaletta (V.), 5’ st, 25 st Alessandro (C.)

Vastese: Patania, De Meio, Russo G., Sbardella, Del Duca (42’ st Fiore), Iarocci (31’st Cardinale), Palestini, Capellupo (42’ st Cicerello), Shiba, Stivaletta (15’ st Leonetti), Di Giacomo (23’ st Palumbo). A disposizione: Selva, Russo S., Kone, Cesarano. Allenatore: Papagni

Cesena: Agliardi, Valeri, De Feudis, Biondini, Alessandro (44’ st Rutjens), Munari (38’ st Campagna), Ciofi, Benassi, Noce, Tonelli (50’st Tola), Tortori. A disposizione: Moreira, Marfella, Viscomi, Andreoli, Zammarchi, Capellini. Allenatore: Angelini

Arbitro: Emanuele Frascaro di Firenze con Marco Orlando Ferrarioli e Marco Croce.