Pari all'Aragona tra Vastese e Chieti: il derby termina 2-2

Per i padroni di casa segnano Marinelli e Dos Santos, per gli ospiti in goal Traini e Bruni

Calcio
Vasto domenica 01 settembre 2019
di Federico Cosenza
Più informazioni su
Vastese-Chieti
Vastese-Chieti © Vastese Calcio

VASTO. Nella prima di campionato Vastese e Chieti si dividono la posta in palio con un 2-2 che ha regalato emozioni e spettacolo all'Aragona.

Ma andiamo per ordine. La curva d'Avalos ricorda un ultras con uno striscione “28.8.15- 28.8.19, Nicola vive”. Inoltre i tifosi, giunti per protesta a partita iniziata, espongono uno striscione con su scritto “trasferte libere”.

Nei biancorossi formazione tipo con capitan Stivaletta che a sorpresa va in panchina. Nei neroverdi tra i pali uno degli ex di giornata, Camerlengo, l'altro è Dos Santos che guida l'attacco dei padroni di casa.

Ad avvio gara ritmi blandi e consueta fase di studio tra le due squadre. La prima conclusione degna di nota è del Chieti al minuto 11: è Marzola a controllare dal limite e a calciare di controbalzo, tutto facile per Bardini che blocca senza problemi. La Vastese ci mette un po' a carburare, ma al 28' va in rete. Il direttore di gara Rizzello di Casarano annulla per fuorigioco. Si resta sullo 0-0.

Al minuto 39 ancora padroni di casa in avanti. Dos Santos prova la torsione di testa, ma al suo tentativo manca forza e precisione. Camerlengo blocca senza problemi. Al minuto 42 Traini spreca da posizione favorevole e manda in curva. Passano pochi istanti e la Vastese passa in vantaggio con Marianelli che di testa batte Camerlengo per l'1-0. Al 45' il Chieti prova a riscattarsi con un preciso colpo di testa del numero 9 neroverde, l'estremo della Vastese si allunga e para. Si va al riposo con questo risultato.

Nella ripresa i biancorossi ripartono convinti. Al 6' Pollace recupera una palla sporca a centrocampo e poi fa partire una conclusione velenosa sulla quale Camerlengo si distende e devia in angolo. Al 9' il Chieti trova il pari con Traini che salta tutto solo in area di rigore e di testa insacca dove Bardini non può arrivare. 1-1, parità ristabilita.

All'11esimo Bardini viene steso in area di rigore e protesta. L’arbitro Rizzello estrae il secondo giallo nei confronti del numero 28 che è costretto a lasciare il campo, la Vastese resta in 10. Al 19esimo il Chieti ne approfitta subito e va in vantaggio grazie a Bruni che incrocia con il sinistro e batte Bardini. È doccia fredda per i biancorossi.

I padroni di casa non ci stanno. Ansini pennella per l'accorrente Esposito che viene steso in area di rigore da Vittiglio che viene espulso. L’arbitro non ha dubbi e assegna il penalty. È il minuto 24 quando Dos Santos va sul punto di battuta e spiazza l'estremo neroverde per il 2-2.

La Vastese vuole i tre punti. Alonzi, da poco entrato, al 30eimo la piazza dal limite e centra la traversa con Camerlengo spettatore. Al 44’ i padroni di casa ci provano da palla inattiva: Esposito crossa, Pompei da due passi mette a lato dando l'illusione del gol. Al 46’ ancora biancorossi pericolosi: cross di Cavuoti e Stivaletta di testa lambisce il palo. È questa l'ultima occasione della partita che dopo 5 minuti di recupero termina 2-2 con entrambe le squadre che escono a testa alta dal terreno di gioco.

Vastese - Chieti: 2-2

Reti: 43’pt Marianelli (V), 10’ st Traini (C), 19’ st Bruni (C), 24' st Dos Santos rig. (V.)

Vastese: Bardini L., Pompei (28’ st Alonzi), Pollace (17’ st Perocchi), Ribeiro Dos Santos, Ansini (37’ st Stivaletta), Esposito, Giorgi, Marianelli, Loggello (24’ Mastromattei, sostituito al 40’ st da Cavuoti), Cacciotti, Bardini F. A disposizione: Di Rienzo, Fanelli, Zinni, Colitto. Allenatore: Amelia.

Chieti: Camerlengo, Fantauzzi, Brattelli (37’ st Mancini), Venneri, Vittiglio, Brugaletta, Milizia, Mazzolli (48’ st Kambo), Traini (27’ st Ricci), Catalli (1’ st Bruni), Marzola. A disposizione: Ubertini, Di Renzo, Talucci, Bulferi, Allenatore: Grandoni.

Ammoniti: Loggello (V), Milizia, Traini (C).

Espulsi: 12’ st Bardini F. (V) per doppia ammonizione, 23’ st Vittiglio (C) per fallo da ultimo uomo.

Arbitro: Rizzello di Casarano (Persichini di Macerata e Singh di Macerata).