​“L’Aquila Grandi speranze”, un successo la prima puntata

In tanti hanno seguito la serie TV sul terremoto del 6 aprile 2009

Spettacolo
Vasto mercoledì 17 aprile 2019
di Christian Dursi
​“L’Aquila Grandi speranze”, un successo la prima puntata
​“L’Aquila Grandi speranze”, un successo la prima puntata © Rai

ABRUZZO. Ieri sera in prima serata su Rai Uno sono stati trasmessi i primi episodi di “L’Aquila Grandi speranze”, la Serie TV diretta da Marco Risi che, nel decennale del terremoto del 6 aprile 2009, racconta attraverso la storia di due famiglie aquilane la difficile fase della ricostruzione del capoluogo abruzzese.

“L’Aquila Grandi speranze” è una fiction ambientata nell’autunno del 2010, un anno e mezzo dopo il sisma. La vicenda ruota attorno a due nuclei famigliari, entrambi segnati dal tragico evento che provocò 309 vittime: il primo, formato da Franco (Giorgio Marchesi) e Silvia (Donatella Finocchiaro), ha vissuto e continua a vivere il dramma della sparizione della figlia Costanza, di cui si sono perse le tracce nel caos della notte del terremoto. L’archiviazione del caso e la sospensione delle ricerche apre nella coppia una crisi ancora più profonda.

Il secondo, l’unico a essere tornato a vivere nel centro storico, vede Gianni (Giorgio Tirabassi) e sua moglie Elena (Valentina Lodovini) portare avanti una battaglia per la ricostruzione e per far rientrare gli sfollati nelle loro vere case situate all’interno della “zona rossa”.

Qui si intrecciano le storie dei figli adolescenti delle coppie che, assieme ad altri compagni di scuola, si infiltrano nell’area interdetta al pubblico e la trasformano nel loro regno, presto però insidiato da una banda rivale.

Infine vi è Riccado De Angelis (Luca Barbareschi), un costruttore romano trasferitosi a L’Aquila assieme alla figlia tredicenne Margherita (Rosa Enginoli) con l’ambizione di investire nella ricostruzione, ma che sembra mosso da un comportamento assai ambiguo.

Nella serata d’esordio la serie televisiva ha riscosso un ottimo successo di pubblico con 3.180.000 spettatori e il 13% di share.

Ai primi due episodi, rivedibili su Rai Play (GUARDA), ne faranno seguito altri dieci in cinque appuntamenti serali su Rai Uno, il prossimo dei quali martedì 23 aprile.