Pollutri, una "Serata del ricordo" in memoria dei caduti della Prima Guerra mondiale

Il Vice Presidente nazionale dell'ANCR: "Soltanto se una cosa ci emoziona allora ci rimane impressa nella mente"

Cultura
Vasto giovedì 09 agosto 2018
di Sara Del Vecchio
Più informazioni su
"Serata del ricordo" a Pollutri, in memoria dei caduti della Prima Guerra mondiale © Vastoweb

POLLUTRI. Ricordare il passato è importante, ma lo è ancor più quando si tratta della storia del nostro Paese, costituita di vicende che ne hanno trasformato per sempre l'identità, vicende di uomini, di vite, di esistenze e di relazioni. Quella che si è svolta ieri a Pollutri è stata intitolata la "Serata del ricordo", un evento che ha spostato l'attenzione sui caduti della Prima Guerra Mondiale, il cui centenario ricorre proprio quest'anno. L'evento è stato organizzato dall'Associazione Nazionale Combattenti e Reduci, che ha coinvolto la Federazione Provinciale dell'ANCR e la Sezione "Cav. Uff. Panfilo Fantacuzzi" di Pollutri.

Una serata che ha visto la partecipazione di ospiti illustri, fra cui il Presidente della Provincia Mario Pupillo, il Primo Maresciallo Cicchitti del Centro Documentale di Chieti, il Vice Presidente nazionale dell'ANCR Tiziano Migliorini, la Rappresentante regionale dell'ANCR Rita Fantacuzzi, il Presidente della Federazione Provinciale Sebastiano De Laurentis, il Presidente della Sezione dell'ANCR di Pollutri Carmine Graziani, la dott.ssa Lisa Bregantin storica dell'Università Ca' Foscari di Venezia. Presente anche il sindaco di Pollutri Antonio Di Pietro che ha preso per primo la parola ringraziando i presenti intervenuti. La serata è stata presentata dalla giornalista Sara Del Vecchio.

In tutti gli interventi è stata evidenziata l'importanza di dedicare del tempo al ricordo, ma un ricordo che sia anche partecipazione, che sia emozione del cuore, perché, come ha sottolineato il Vice Presidente Migliorini "soltanto se una cosa ci emoziona allora ci rimane impressa nella mente, solo se ci fa vibrare dentro muove davvero il nostro interesse". Un ricordo, allora, che sia impegno affinché ciò che è successo, e quindi la guerra sul fronte ma anche tutto ciò che da essa è scaturito, possa non ripetersi più.

Toccante anche l'intervento di Lisa Bregantin, che ha fatto riflettere sui caduti in guerra considerati in primis come uomini, come esistenze estirpate dalla propria terra per andare a morire altrove. Il culto dei caduti è oggi più che mai necessario, per non lasciare andare perduti i sacrifici quotidiani di chi ha lottato per la patria, per conservare nella memoria collettiva quelle che sono state le storie, e le vicende dei soldati, che, lo ribadiamo, sono stati prima di tutto uomini.

A conclusione della serata è stata letta la Preghiera del Combattente e Reduce e a seguire sono stati consegnati i diplomi d'Onore ai presidenti delle sezioni dell'ANCR della provincia di Chieti. In particolare alle sezioni di Altino, Casalbordino, Castelfrentano, Civitella Messer Raimondo, Frisa, Perano, San Salvo, Torino di Sangro e Pollutri e Chieti. A rappresentare il Comune di Frisa anche il sindaco Nicola Labbrozzi.

L'evento è stato allietato dall'esibizione del Coro dell'Associazione "I sempre giovani".