"Festival del Creato", presente anche monsignor Bruno Forte

Flash News
Vasto sabato 16 settembre 2017
di redazione
Festival del Creato, presente anche monsignor Bruno Forte
Festival del Creato, presente anche monsignor Bruno Forte © n.c.

CHIETI. Seconda giornata del “Festival del Creato” - La manifestazione francescana fa parte del circuito OFF del più longevo “Festival Francescano” di Bologna - con tanti temi di attualità e ospiti del mondo ecclesiastico e accademico, teologi, botanici e testimoni degli organismi del soccorso impegnati in mare con i migranti. E poi la musica a concludere un sabato molto intenso.

La seconda giornata del Festival è cominciata con la conferenza dal titolo "Gli alberi nella (nostra) vita" di Alessia Brignardello, presidente dell'associazione "Giardinidisole aps onlus", che ha fatto una carrellata degli alberi che caratterizzano la vegetazione della Penisola e di cui spesso s'ignorano le meraviglie (nocciolo, platano, frassino, cedro, faggio pendulo, pitosforo, olivo) spiegando come il contatto con la natura sia terapeutica. C'è più salute nella città che promuove, costruisce e mantiene il verde: meno inquinamento e meno allergie, ma è importante anche la gestione dell’acqua. Come fare crescere la cultura del verde? Un ruolo che deve assumere non solo la classe politica, ma anche i cittadini, che devono farsi parte attiva della promozione di una migliore qualità della vita. All'insegna dell'ecologia urbana l'esperta ha spiegato come la presenza di alberi nel contesto urbano possa migliorare gli effetti negativi dei cambiamenti climatici, che sempre più spesso travolgono le città con alluvioni o siccità.

L'esperienza di suor Angela, volontaria del Corpo italiano di soccorso dell'Ordine di Malta, riportata da Letizia Di Tommaso, responsabile Relazioni esterne del Corpo italiano di soccorso, intervenuta questa mattina alla conferenza "Le relazioni con Dio, con l'altro, con il mondo". "Quando vedi un bimbo salire sulla nave dei soccorsi, in piena notte, vestito solo delle sue mutande, non trovi più parole. Si può soltanto tendere una mano per aiutare", ha raccontato Di Tommaso, descrivendo l'impegno dei volontari per i migranti che sbarcano ogni giorno sulle coste italiane alla ricerca di una vita migliore. "Anche ieri sono stati messi in salvo 750 migranti", ha aggiunto, sottolineando che "nelle situazioni di emergenza s'instaura una relazione diversa con l'altro. Entrare in relazione con il bisognoso, con il migrante, con il terremotato è l'unico modo per entare in relazione con Dio". Le relazioni, tema di "bruciante" attualità: lo ha detto l'ordinario di Filosofia morale dell'Università "Gabriele D'Annunzio" di Chieti, Francesco Ciglia. Un tema chiave, affrontabile da prospettive diverse: quella etno-antropologica, socio-culturale, teologico-religiosa, un argomento dalla lunghissima storia alle spalle". "Spesso la terra è maltrattata, sono maltrattati gli ultimi e i deboli. C'è bisogno di tendere a un'ecologia umana che tenga conto della dignità umana e che s'impegni a sostenere soprattutto la dignità dei più deboli. Ci si è abituati a ricercare la propria sicurezza, tante volte siamo chiusi nella nostra solitudine. Invece il senso della vita sta nell'uscire da sé e nell'amare". Questo il messaggio dell'Arcivescovo di Chieti-Vasto, monsignor Bruno Forte, intervenuto alla tavola rotonda che lo ha visto confrontarsi anche con il docente di Teologia politica all'Università San Raffaele di Milano, Vincenzo Vitiello e con la regista della Rai Maria Cristina Bordin, che ha invece ricordato come si debba perseguire una “cultura al femminile” e non "femminista” per vincere la violenza di genere.

Nel pomeriggio Ettore Valzania ed Elisa Zavoli della Cooperativa sociale “Fratelli é possibile” hanno affrontato il tema “Le relazioni nel lavoro: energia rinnovabile”. “Facciamo conoscere uno studio scientifico sugli effetti positivi della mediazione relazionale nei luoghi di lavoro e della mediazione come strumento di gestione e risoluzione dei conflitti. Lo studio”, hanno spiegato i due esponenti della cooperativa, “curato da Francesca Corrado, economista e ricercatrice modenese, attesta la straordinaria efficacia della mediazione e ne quantifica i risparmi aziendali, che derivano da una buona gestione delle relazioni sul lavoro. Risparmi monetari e non monetari”.

Nella conferenza “La politica delle relazioni” il missionario del creato e dei nuovi stili di vita Adriano Sella ha “interrogato” due esponenti politici locali, il consigliere comunale Alessandro Marzoli (Pd) e il capogruppo Udc nel Consiglio comunale di Chieti Mario De Lio. “Riunite i vostri consigli comunali in piazza, fra la gente, portate avanti la democrazia partecipativa e non più la democrazia rappresentativa sempre più chiusa nelle sue stanze e lontana dai cittadini”. Marzoli ha ricordato l'urgenza di “recuperare il rapporto con le persone, recuperando il valore della verità spesso messa in secondo piano oppure omessa per esigenze di consenso, dando il giusto esempio nelle azioni quotidiane che compiamo”, mentre De Lio ha ribadito che “da politico devi fare delle scelte abbattendo le etichette ed eliminando le barriere anche fra consiglieri di parti politiche opposte, perché ci sono proposte utili per il cittadino che devono essere condivise in quanto utili alla città. Dobbiamo creare un movimento corale dal basso, inducendo il cittadino a partecipare alla vita amministrativa”.

Coinvolgente ed emozionante il concerto-testimonianza che ha tenuto ieri sera in diretta streaming alla Villa Comunale Nando Bonini, l'ex chitarrista di Vasco Rossi che ha raccontato, intervallando con la musica, come nel 1996 ha lasciato la sua “vita spericolata” di autore rock per abbracciare un percorso di conversione cristiana: oggi Bonini è entrato a far parte dell'Ordine francescano secolare. Oggi Bonini continua a suonare e produrre musica ma per annunciare il Vangelo.

Ancora una giornata ricca di appuntamenti quella conclusiva di domani, con attività di piazza sin dal mattino e, in serata, la conferenza “Take me back” per parlare della missione, tutta made in Abruzzo, di creare una rete mondiale di corrieri solidali con l'obiettivo di unire il viaggio alla solidarietà. Due gli appuntamenti con lo spettacolo “Sogno di una notte di mezza estate” della compagnia “Shakespeare in converse” in programma domani al Teatro Marrucino, alle 17 e alle 21.