Coldiretti Abruzzo, oltre mille firme contro il falso Made in Italy

Flash News
Vasto mercoledì 14 marzo 2018
di La Redazione
Coldiretti (foto d'archivio)
Coldiretti (foto d'archivio) © Coldiretti Abruzzo

ABRUZZO. Si chiama #Stopcibofalso ed è la mobilitazione di Coldiretti che, rivolta all’Unione Europea per fermare i prodotti “fake” e proteggere la salute, è partita anche in Abruzzo nei mercati di Campagna Amica con l'intento di tutelare l’economia, bloccare le speculazioni e difendere l’agricoltura locale. "Si tratta - spiega Coldiretti Abruzzo - di una prima petizione popolare che punta all'Europa alla quale chiediamo di rendere obbligatoria l'indicazione di origine degli alimenti. Quattro gli obiettivi dell'iniziativa: proteggere la nostra salute, tutelare la nostra economia, fermare le speculazione sul cibo e difendere l'agricoltura italiana".

In Abruzzo, in pochi giorni, sono state già raccolte oltre mille firme di sostegno ma la raccolta, che è solo alle prime battute, continuerà fino alla fine di aprile. "Si tratta di una iniziativa che sta riscuotendo interesse e successo - dice Coldiretti Abruzzo - i consumatori sono subito pronti a firmare, soprattutto quando sentono che si parla di etichetta trasparente. L'appoggio del consumatore è una importante vittoria che fa ben sparare per il futuro".

Lascia il tuo commento
commenti