Tony Comparelli: il vastese che sogna le World Series Of Poker

VASTO. Antonio Valentino Comparelli, detto Tony, è probabilmente uno dei vastesi più poliedrici in circolazione. In lui convivono passioni molto differenti, che Tony è riuscito a sviluppare ad alti livelli: una tra tutte il poker, in cui ha raggiunto picchi altissimi a livello nazionale, conservando allo stesso tempo umiltà e un sogno nel cassetto, quello di partecipare alle World Series Of Poker, il più grande evento pokeristico a livello mondiale, che si svolge ogni anno a Las Vegas.
Comparelli infatti ha vinto il titolo di campione italiano di poker online multisala nel 2012. Era il secondo anno che JokerOnLine, questo il nickname di Tony, prendeva parte al campionato nazionale di serie A indetto dalla Federazione Italiana di Poker On Line e per lui è stata “buona la seconda”: dopo aver affrontato 24 tappe ha vinto il torneo e con esso l’accesso alle World Series Of Poker a Las Vegas. Il campionato ha messo a dura prova Tony, che ha perso e poi riconquistato la leadership ben due volte, ma la stoffa del vincente non ha mentito e il titolo italiano è stato conquistato dal vastese. Tony Comparelli ha spiegato in una intervista che «la fortuna nel Texas Hold’em è marginale ed è legata a degli episodi. Puoi vincere una partita per un colpo di fortuna, ma non un campionato». Essendo un poker pro, il vastese sostiene quello che tutti i professionisti pensano, ossia che un buon giocatore conta sulla conoscenza delle principali varianti del poker e delle loro regole, sullo studio delle probabilità di vittoria legate a ogni combinazione di carte, sull’abilità di calcolo e sull’esperienza accumulata.
Il poker sportivo è una disciplina che necessita tanto studio ed esperienza ed è un peccato che Tony abbia dovuto rinunciare a  partecipare alle World Serier Of Poker   nonostante avesse vinto l’agognato accesso. Il vastese infatti non vive solo di poker, ma ha un lavoro, praticato insieme alla moglie, presso un centro medico fisioterapico e l’estate in cui doveva partecipare alle WSOP coincideva proprio con impegni professionali improrogabili. Il poker, almeno per ora, costituisce solo una passione per Tony e Las Vegas rimarrà un obiettivo a cui aspirare negli anni. La passione pokeristica di Tony nasce e si consolida con i tornei online, meno costosi e dunque più accessibili per un uomo con famiglia. JokerOnLine predilige gli MTT, ossia i multi table tournament, e i Sit&Go, che hanno peculiarità diverse rispetto ai tornai live. Dietro allo schermo si possono giocare molte partite in contemporanea e viene meno il contatto visivo con gli avversari, che può essere un pro oppure un contro a seconda del carattere di ognuno. Uno degli eventi più importanti annoverati nel palmares di Comparelli è però la partecipazione, naturalmente live, al main event del World Poker Tour a Saint Vincent nel maggio 2012. Nella vita del campione vastese non ci sono “soltanto” il Texas Hold’em e il lavoro, ma anche il tennistavolo, passione che condivide col fratello Stefano. Il 2014 è stato un grande anno per la sua squadra di giovanissimi, i cui miglioramenti sono stati sottolineati anche dai tecnici federali della nazionale italiana, e anche per la prima squadra, che domina i vertici della classifica. Il cosiddetto ping-pong ha in comune con il poker l’assoluta e continua concentrazione e i duri allenamenti alle spalle, e forse è proprio questo che piace allo stakanovista Comparelli.