vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pro Vasto, esordio deludente: la Sacilese espugna l'Aragona

Più informazioni su

PRO VASTO-SACILESE 0-1

PRO VASTO (4-2-3-1): Sassanelli; Okoroij (dal 4′ st, Digno), Cioffi, Ciotti, Bombara; Visone, Avantaggiato; Mangiacasale (dal 26′ st, Soria), Bonfiglio (dal 9′ st, Cammarata), Dimatera; Ludovisi. A disp. Gaudino, Della Penna, Digno, Cacciaglia, Fiore. All. Di Meo
SACILESE (4-4-2): Calligaro; Colombera, Gardin, Faloppa, Artusi; Da Ros (dal 42′ st, Fantin), Bertagno (dal 29′ st, Favero), Vecchiato, Furlan (dal 18′ st, Dal Cin); Ligori, Kabine. A disp. Lenisa, Grazzolo, Creglia, Capalbo. All. Leonarduzzi
Arbitro: Moretti di Bari
Rete: 24′ st, autogol di Avantaggiato
Note: ammoniti Bombara (P.V.), Gardin, Faloppa, Da Ros (S.). Espulso al 13′ st Cacciaglia per proteste. Angoli 8-6 per la Sacilese. Recupero: 0′ pt, 4′ st. Spettatori circa 1200.

VASTO – Sfortuna sì, ma la Pro Vasto si è anche complicata la vita da sola. Brucia la sconfitta nell’esordio casalingo. Una modesta Sacilese espugna lo stadio Aragona approfittando di un autogol e di un secondo tempo deludente dei padroni di casa. “E’ un campanello d’allarme”, dice a fine partita il presidente, Domenico Crisci. La cronaca del match. Di Meo deve tenere in panchina Cammarata, che non si è ancora ripreso del tutto dall’infortunio, e cambia in difesa, dove Patarini non sta bene e De Giorgi va in tribuna per scelta tecnica. Coppia centrale composta da Cioffi e Ciotti. I terzini sono Okoroij e Bombara. In attacco, Ludovisi centravanti e linea dei trequartisti composta da Mangiacasale, Bonfiglio e Dimatera. I padroni di casa partono fortissimo. Al 4′, Visone si fa spazio e spara a rete, Calligaro respinge. Il numero uno della squadra friulana salva il risultato altre due volte nel giro di 10 minuti. E’ il 7′, quando Mangiacasale ci prova da fuori. In tuffo, Calligari sventa la minaccia. Passano 7 minuti e Ludovisi, largo a destra, brucia Colombera in area e fa partire un tiro-cross che attraversa tutto lo specchio della porta. Mangiacasale non ci arriva. Fuori di poco. La prima azione ospite al 16′: Bertagno, da fuori area, fa partire un diagonale debole, che non impensierisce Sassanelli. La pressione della Pro Vasto svanisce e la prima frazione scivola via tra errori in appoggio e trame confuse da entrambe le parti. Sacilese pericolosa al 2′ della ripresa con un imprendibile Kabine, che cerca e trova Ligori. Rasoterra insidioso neutralizzato da Sassanelli. La Pro Vasto prova a prendere in mano le redini del gioco. E’ dai piedi di Dimatera che partono le uniche due iniziative pericolose degli abruzzesi. Al 4′, cross col contagiri per la testa di Bonfiglio, che incorna bene, ma fallisce di poco il bersaglio. Ancora il numero 10 abruzzese in evidenza al 17′, quando trova lo spazio per il diagonale. Calligaro è fuori causa. Il pallone lambisce il palo lontano. Nel frattempo, al 13′, Cacciaglia, che è in panchina, ha qualcosa da dire all’arbitro. Espulso senza nemmeno essere entrato in campo. I padroni di casa si spengono. Al 24′, l’autorete che decide la partita. Corner dalla destra battuto da Da Ros. Traiettoria rasoterra destinata sui piedi di Bombara, che liscia clamorosamente. La sfera sbuca a due passi dalla porta e colpisce Avantaggiato, appostato quasi sulla linea. Palla nel sacco sotto la curva D’Avalos. La reazione non c’è. Tanti palloni buttati in avanti e nessun pericolo creato. “Nel secondo tempo non ci abbiamo creduto”, ammetterà Di Meo negli spogliatoi. (Mic. D’An.)

Più informazioni su