vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Turbogas, il Pd alla Provincia: come investirete i soldi delle royalties?

Più informazioni su

GISSI – Utilizzare i 700mila euro che entreranno nelle casse provinciali dalla centrale turbogas di Gissi per mettere a posto le strade provinciali. Lo chiedono i consiglieri provinciali del Pd Camillo D’Amico, Peppino Forte e Vincenzo Sputore in un’interpellanza rivolta al presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio. I tre esponenti del partito di Bersani chiedono “di conoscere cosa, in concreto, intenda fare l’amministrazione provinciale di centrodestra circa le royalties che arriveranno nelle casse dell’ente dall’attività della Turbogas di Gissi per i primi 7 anni di attività, consistenti in circa 700mila, cui si potranno aggiungere altrettanti spettanti alla Regione Abruzzo, così come statuito dalle risultanze della conferenza di servizio del 22 gennaio 2004” e se “la nuova amministrazione intenda procedere, così come tentato dal centrosinistra, nel tentare la stipula di un accordo di programma con i Comuni confinanti e la Regione, al fine di impegnare una parte delle risorse per le compensazioni ambientali, di esclusiva pertinenza regionale” nella “viabilità di collegamento con l’area industriale Valsinello di Gissi. Il sistema viario di collegamento all’area industriale di Gissi era già malmesso, ma il continuo passaggio dei mezzi pesanti che trasportavano i materiali per la costruzione della turbogas, l’hanno ridotto in condizioni pessime e, nonostante molti e costosi interventi manutentivi – concludono D’Amico, Forte e Sputore – la situazione corrente è pesante”. Le royalties sono somme che vengono pagate a Comuni Province e Regioni da aziende che svolgono attività inquinanti o, comunque, in grado di modificare il paesaggio e il patrimonio naturale di un territorio. Rappresentano una compensazione economica del danno ambientale. Sono diffuse anche nel campo dell’estrazione del petrolio e del gas, ma anche nei luoghi in cui vengono installate le pale eoliche.

micheledannunzio@vastoweb.com

 

Più informazioni su