vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pro Vasto, fuori tutta la difesa: Di Meo deve "inventarsela"

Più informazioni su

VASTO – A Pino Di Meo toccherà inventarsi la difesa con cui la Pro Vasto affronterà il Gubbio. Si torna a giocare allo stadio Aragona. Dopo la sconfitta di Gradisca d’Isonzo, il calendario riserva ai biancorossi un altro avversario tosto: la formazione di Vincenzo Torrente, bandiera del Genoa negli anni Ottanta-Novanta, viaggia in zona play-off. Gli uomini di Di Meo, penultimi, devono vincere. Per il tecnico di Trani molti problemi in difesa, dove Okoroij è squalificato, mentre Giuliano, Ciotti e De Giorgi sono infortunati. E’ in via di recupero Patarini, che ha ripreso ad allenarsi dopo più di un problema fisico, ma non sembra ancora pronto per tornare in campo. Le scelte di Di Meo sono obbligate. Servi rimane l’unico centrale non acciaccato. Vicino a lui dovrebbe piazzarsi Digno, che ha già giocato in difesa lo scorso anno in situazioni di emergenza come questa. Della Penna e Bombara i probabili titolari sulle fasce. Parziale consolazione: contro una Pro Vasto incerottata nel reparto arretrato, il Gubbio non potrà schierare la coppia d’attacco Marotta-Corallo. Il primo è squalificato, il secondo infurtunato.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su