vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Comportamento antisindacale", protesta la polizia penitenziaria

Più informazioni su

VASTO – Il documento è stato firmato dai rappresenanti sindacali di Osapp, Uil, Cisl-Fns, Sinappe, Ugl, Cnpp e inviato al dirigente della casa circondariale Torre Sinello di Vasto, Carlo Brunetti, e al provveditore di Abruzzo e Molise, Salvatore Acerra. Un documento nel quale, in buona sostanza, gli agenti di polizia penitenziaria lamentano un presunto atteggiamento antisindacale e “una assoluta inosservanza e rispetto delle prerogative sindacali e, in ragione di un comportamento così apertamente antisindacale, che mira a snaturare la parte sindacale in una sorta di autoconvincimento che tutto quello che proviene, come agire, dalla parte pubblica è attuato e messo in opera anche senza confronto, ma per il bene di tutti, quindi non censurabile. Questo stato di cose – continua la nota stampa – sta provando ulteriormente il personale della casa circondariale di Vasto che già viene caricato da numerosi disagi conseguenti a condizioni di sovraffollamento e di logorio psicofisico. In questo quadro non felice la direzione produce tutta una serie di azioni unilaterali sotto la parvenza giustificativa della funzionalità e dell’urgenza. Quindi si assiste a situazioni lavorative discriminanti e al di fuori di ogni evidente urgenza, surrogate solo dalla richiesta ad personam del personale di turno che a vario titolo richiede alla direzione l’adozione di atti immediati e improcrastinabili”. Una situazione che, stando a quanto affermano i sindacati, non è più tollerabile. E’ per questo motivo che “avvieremo una campagna informativa anche agli organi di stampa circa le iniziative di protesta e proseguiremo anche con l’astenzione dalla fruizione da parte del personale della mensa di servizio”.

michelabevilacqua@vastoweb.com

Più informazioni su