vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Ferrovie dimenticate": domani l'iniziativa sull'ex tracciato

Più informazioni su

VASTO – Una passeggiata lungo l’ex tracciato ferroviario e un gruppo di volontari impegnati nella bonifica. E’ così che Vasto parteciperà domani alla Terza giornata nazionale delle ferrovie dimenticate.  Verso la Via Verde…: questo il titolo della manifestazione organizzata da Wwf della zona frentana e della Costa teatina, Cai e Amici di Punta Aderci. La Via Verde della Costa teatina è il percorso ciclopedonale che dovrà sorgere sull’ex traffiato ferroviario da Francavilla al Mare a San Salvo. Vasto, con 16 chilometri, è il Comune che ospiterà il tratto più lungo del percorso e del parco naturale che sorgerà intorno alla ferrovia dismessa. Parlare al futuro è d’obbligo, visto che del progetto si discute ormai da almeno 5 anni. Da quando, a marzo del 2005, l’ultimo treno è transitato sulla linea ferroviaria costiera, poi sostituita dal nuovo tracciato interno e dalla galleria che si snoda sotto l’abitato di Vasto per 6 chilometri e 830 metri. Mancano finanziamenti sufficienti perché il progetto decolli definitivamente. Per questo la lunga massicciata su cui una si diramavano i binari fa parte a pieno titolo delle ferrovie dimenticate. Gli ambientalisti chiamano a raccolta i cittadini: alle 9.30 raduno davanti alla vecchia stazione ferroviaria di piazza Fiume. Camminata a piedi mentre un gruppo di volontari impegnati nel ripulire il tracciato. E intanto l’Arci di Vasto chiede proprio in questi giorni che su un tratto di quel litorale venga istituita la riserva naturale di Casarza. Un progetto fermo in Regione dalla scorsa legislatura. 
micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su