vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Via San Michele: lavori sospesi ma proseguono, cantiere sequestrato

Più informazioni su

VASTO – I lavori erano continuati nonostante lo stop imposto da un’ordinanza di sospensione, mai eseguita, del Comune di Vasto. Il Gip, giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Vasto, Elio Bongrazio, ha disposto il sequestro di un cantiere per la costruzione di un palazzo in via San Michele. Gli agenti della polizia municipale hanno apposto oggi pomeriggio i sigilli. Erano stati proprio gli uomini del maggiore Ernesto Grippo a scoprire, in un sopralluogo eseguito di recente, che i lavori erano ripresi, come se l’ordinanza di sospensione non fosse mai stata emessa dall’allora dirigente del settore Urbanistica del municipio, Alessandro Cipressi. Sulla base della relazione redatta dal consulente della Procura della Repubblica, che avrebbe accertato nel cantiere anomalie e difformità rispetto al progetto, il Gip ha disposto il sequestro, eseguito ieri pomeriggio dai vigili urbani. Nell’inchiesta risultano indagate sette persone tra rappresentanti dell’impresa, progettista, direttore dei lavori e funzionari municipali. Si tratta di A.C., G.C., M.C., T.S., F.I., G.F. e A.M. Devono rispondere della violazione, in concorso tra loro, del decreto 380 del 2001 che prevede e punisce la prosecuzione dei lavori nonostante fosse stato disposto l’ordine di sospensione dei lavori. Durante le operazioni di sequestro uno degli indagati ha accusato un malore, ma si è ripreso poco dopo. 

Più informazioni su