vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Zavattaro: "La Asl non ha alcun debito nei confronti di Villa Pini"

Più informazioni su

VASTO – L’azienda sanitaria locale Lanciano-Vasto-Chieti non ha alcun debito nei confronti di Villa Pini. A chiarire i termini della querelle sorta in questi giorni a seguito di un’ingiunzione del curatore fallimentare del gruppo che chiede alla Asl 1,9 milioni di euro, è il Direttore Generale, Francesco Zavattaro, il quale precisa i termini di una vicenda sicuramente complessa e dai risvolti drammatici per i soggetti che ne sono coinvolti: “E’ vero che esiste un procedimento di pignoramento per il quale la Asl ha accantonato la cifra che ora il curatore richiede – spiega il manager – ma quei soldi rappresentano ben poca cosa rispetto alla somma di cui siamo creditori nei confronti di Villa Pini, che deve restituire all’Azienda diversi milioni di euro per prestazioni inappropriate o rese senza autorizzazione, come documentato dalle verifiche eseguite dagli uffici su fatturazioni fino al primo semestre 2009. Alla luce di questi sviluppi, la scelta dell’opposizione al decreto ingiuntivo è stata dettata dal preciso dovere di tutelare gli interessi dei contribuenti, pur comprendendo appieno le ragioni dei lavoratori”.
In sostanza la direzione non ritiene di dover sborsare i quasi due milioni di euro perché dal canto suo ne dovrebbe avere molti di più, e non possiede oggi alcuna certezza sulla reale possibilità di incassare il credito. Questa la posizione dell’azienda, ampiamente motivata anche nel dossier di opposizione all’ingiunzione, al quale si è aggiunto anche un altro ricorso, presentato  al Tribunale per chiedere la sospensione dei termini di immediata esecuzione dell’atto di precetto, che è stato formulato ignorando la prerogativa della pubblica amministrazione di ottemperare entro 120 giorni.

Più informazioni su